Quella Brama insaziabile…

È notizia delle ultime ore la dichiarazione ufficiale del presidente Oreste Vigorito e del ds Mariotto dell’arrivo del nigeriano Stephen Ayodele Makinwa, ex Lazio e Palermo, fresco di rescissione contrattuale con i biancocelesti, al Benevento.

Anche quest’anno, quello che ormai è considerato unanimemente il Paperone della Lega Pro, non ha badato spese e ha allestito una rosa di tutto rispetto, seppur priva dei nomi altisonanti che negli anni passati infiammavano la piazza in estate, salvo poi farla ribollire puntualmente di rabbia per l’ennesima sconfitta ai play off ai primi di giugno.

Quest’anno sarà diverso, quest’anno si vuole che sia diverso, i tifosi lo esigono, vogliono la Serie B, per la prima volta in oltre 80 anni di storia. E la desiderano ancor più del presidente, se possibile, che da anni parla addirittura di Serie A. Perché loro hanno vissuto sulla propria pelle 1,2 o addirittura 3 fallimenti, a seconda dell’età dei singoli tifosi, e una città come Benevento non può permettersi di vivere in eterno nell’oblio calcistico.

Quindi ben vengano i romanisti Frascatore e Montini, la vecchia conoscenza barese Ivan Rajcic, del portiere Mancinelli e il colpaccio Makinwa, in attesa del colpo meno altisonante (ma forse più utile per la categoria) Marco Sau, bomber foggiano molto ambito in Lega Pro.

Riuscirà quest’anno il Ciro Vigorito, ex Santa Colomba, ad ospitare il più grande successo (per ora!) nella storia del Benevento? Ai posteri l’ardua sentenza.




Articolo scritto da: Marco
Pubblicato il: 25 luglio 2011
Categoria: Lega Pro (Serie C)
Argomenti:

Lascia un commento