Il periodo degli amarcord

Se si scruta un pò gli incontri di questa nona giornata di serie A si nota che mai come questa giornata ci sono due partite definibili classiche e cioè Milan-Roma e Napoli-Juventus. Due partite dal sapore di sfida, tra vecchi livori e uno strano senso di vendetta per tutte le 4 squadre.

Tra Milan-Roma è una questione di odio tra ultrà, come ci testimoniano molti film anche da commedia, e soprattutto l’odio profondo di Totti, che ha sempre voglia di battere i diavoli rossoneri. Questa volta lui forse non ci sarà, ma tutto può accadere e a voler vincere però è Ancelotti, che ha bisogno disperatamente di 3 punti per ritornare nella parte sinistra della classifica e tentare di arrivare più in alto possibile.

L’altra partita, Napoli-Juve, è storia. Infatti si va da Savoldi a Bettega e Altafini passando per Sivori e Platini fino ad arrivare a Maradona e Ferrara.

Proprio quest’ultimo rabbrividirà per questo match in quanto entrambe le squadre gli hanno dato gloria e fama. Questo Napoli-Juve si presenta alquanto sotto tono, ma occhio a Zalayeta che vuole dare una lezione alla sua Juve, che l’ha rifiutato, e poi i napoletani della Juve Nocerino, Palladino, Molinaro e altri che cercheranno di fare una buona prova al S.Paolo davanti a più di 3.000 napoletani. Ma soprattutto questo big match si caratterizza per le grandi scenografie dei due stadi dove si disputerà e anche per le grandi sfide che ci sono state in passato, belle e scoppiettanti, che facevano e speriamo facciano tutt’ora appassionare il pubblico e i telespettatori.

Del resto gli altri incontri della giornata non sono amarcord come questi, ma comunque ai fini pratici della classifica lo diventano. Come Palermo-Inter, dove i nerazzurri cercano la 5 vittoria consecutiva e i tre punti o qualcosa di più rispetto alla seconda Juve. Mancini forse recupera per la trasferta siciliana Materazzi e Viera anche se il francese è un pò affaticato dalla trasferta in Russia. Comunque i nerazzurri devono stare attenti al Barbera perchè quest’anno sta diventando stadio ostico per tutte e il Milan di Ancellotti ne sa qualcosa.

Anche Lazio-Udinese e Genoa-Fiorentina (20:30) sono interessanti da vedere perchè soprattutto i romani hanno bisogno di punti per rimanere nella zona Uefa-Champions e poi l’Udinese vuole cercare la sua seconda vittoria fuori casa dopo quella magica di Torino e proiettarsi anch’essa in alto. Invece il Genoa cerca di fermare sul suo campo una Fiorentina, si stanca in Coppa, ma nelle ultime giornate con una striscia di risultati utili consecutivi.

Poi la Samp, che ha perso solo a Torino nelle ultime giornate, proverà a vincere in un altro campo ostico come quello del Massimino, espugnato solo dalla Fiorentina e poi dall’Atalanta di Zampagna e Doni, che sfida l’Empoli nella sua tana dove solo l’Inter è riuscito a vincere.

Chiudono la giornata tre spareggi per evitare la retrocessione e sarebbero Torino-Cagliari (18:00), Parma-Livorno e Siena-Reggina.

In serie B sabato assisteremo all’undicesima giornata in cui il Brescia cercherà di riprendersi dopo la batosta contro il Mantova in settimana e sperare in un pareggio o in una sconfitta del Pisa impegnato a Grosseto in un derby moderno e soprattutto della sesta vittoria di fila fuori casa per gli uomini di Ventura.

Il Chievo e il Bologna cercheranno di vincere fuori casa contro Piacenza e il terribile Frosinone, che è entrato in posizione play off. Queste due squadre cercheranno anche di approfittare del big match in zona promozione tra Rimini e Lecce soprattutto sperando nella vittoria degli emiliani.

Albinoleffe-Mantova è un altro incontro fondamentale per la zona promozione in quanto una vittoria dei mantovani li avvicinerebbe alla zona play off e poi darebbe loro una continuità mai ottenuta in questo campionato.

L’Ascoli e il Messina proveranno a proiettarsi anche loro in zona play off, magari una vincendo in casa contro il Cesena, e il Messina in casa del Bari, con un Gillet ultimamente strepitoso e para rigori.

Vicenza-Spezia e Modena-Avellino con Ravenna-Treviso chiudono questa ricetta abbastanza buona dell’undicesima giornata del campionato cadetto.




Articolo scritto da: Marco Stiletti
Pubblicato il: 26 ottobre 2007
Categoria: Serie A, Serie B

Lascia un commento