Statistiche e Curiosità Serie A Tim 2012-2013

Vi proponiamo una serie di curiosità e statistiche sul campionato di calcio di Serie A.

La Serie A TIM compie 82 anni
Logo Serie A TIM 2012 2013Il primo campionato di Serie A TIM a girone unico si disputò nel 1929-30: vi parteciparono 18 società e registrò il successo dell’Inter, anche se nell’albo d’oro la società milanese figura come Ambrosiana (il nome assunto dai nerazzurri negli anni del fascismo). Per due stagioni consecutive (1943-44 e 1944-45) il campionato non si è disputato a causa della seconda guerra mondiale: questa è dunque l’edizione numero 82 del torneo (E’ stato considerato campionato a girone unico anche il girone finale del primo campionato post-bellico 1945-46.).

Lo scudetto dei Vigili del Fuoco
Nel 1944, nel pieno del secondo conflitto mondiale, che rendeva assai difficili gli spostamenti soprattutto dal sud al nord, si disputò un torneo denominato Campionato di Guerra dell’Alta Italia, vinto dai Vigili del Fuoco di La Spezia, non riconosciuto ufficialmente.

La Juve consolida il suo primato
Grazie al successo ottenuto nel campionato 2011-12, la Juventus ha consolidato ulteriormente la sua posizione di leader quanto a numero di scudetti conquistati, portandosi a quota 28. A pari merito, al secondo posto nell’albo d’oro, figurano Inter e Milan a quota 18. Questa la graduatoria completa delle società che hanno conquistato il tricolore: Juventus 28 titoli, Inter e Milan 18, Genoa 9, Bologna, Pro Vercelli e Torino 7, Roma 3, Fiorentina, Lazio e Napoli 2, Cagliari, Casale, Novese, Sampdoria e Verona 1.
Al via del campionato 2012-13 saranno presenti i vincitori di 98 scudetti e, in totale, 12 delle 16 società che hanno vinto almeno un titolo.
La stagione 2012-13 vedrà ai nastri di partenza tutte le società che hanno vinto il campionato a girone unico, con la sola eccezione del Verona.

Quattordicesimo campionato di Serie A a 20 squadre
Il campionato di Serie A TIM 2012-13 sarà il quattordicesimo torneo a 20 squadre, il nono consecutivo: i precedenti risalgono alle edizioni 1946-47, 1948-49, 1949-50, 1950-51, 1951-52 e dal 2004-05 ad oggi.
L’Inter è la primatista in fatto di vittorie (5), seguita dalla Juventus con 3 e da Milan e Torino con 2 titoli ciascuno. Il titolo 2004-05 non è stato assegnato.

L’anomala stagione 1947-48
Il ripescaggio della Triestina per meriti sportivi nell’estate del 1947 provocò una modifica nel torneo seguente, il primo e ultimo a girone unico con un numero di squadre dispari. Il campionato 1947-48 presentava infatti 21 squadre al via, con un turno di riposo previsto per ciascuna di esse.
Quel campionato venne vinto dal Torino, che stabilì il primato (tuttora imbattuto) di gol realizzati, ben 125.

Il record di Paolo Maldini
Il primato assoluto di presenze nella massima divisione è di Paolo Maldini, ritiratosi dopo aver disputato 647 partite (+ 1 gara di spareggio). Maldini ha esordito il 20 gennaio del 1985 contro l’Udinese e ha chiuso la carriera il 31 maggio del 2009 contro la Fiorentina.

Silvio Piola il goleador della Serie A
Silvio Piola detiene il primato assoluto dei gol realizzati nel massimo campionato, 274. Dietro a lui Gunnar Nordahl, miglior cannoniere straniero di sempre con 225 centri. Lo svedese vanta anche il record di segnature in un campionato: 35, realizzate nella stagione 1949-50. Tra i giocatori in attività, il migliore è il capitano della Roma Francesco Totti (215), seguito dall’udinese Antonio Di Natale (153) e dal genoano Alberto Gilardino (146). Tra gli stranieri tesserati in questa stagione, il più prolifico è Mirko Vucinic, con 84 reti in 262 presenze.

Tre società solo per la Lombardia
Sono dodici le regioni rappresentate nel campionato di Serie A TIM 2012-13, le stesse della scorsa stagione: esce di scena la Puglia con la retrocessione del Lecce e subentra l’Abruzzo con la promozione del Pescara. Acquista una rappresentante la Liguria (Sampdoria), mentre il Piemonte bilancia la retrocessione del Novara con la promozione del Torino. Perde un’unità l’Emilia Romagna (Cesena), che lascia lo scettro della regione più rappresentata alla sola Lombardia.
Questa, nel dettaglio, la geografia del massimo campionato di calcio: Lombardia 3 società (Atalanta, Inter e Milan), Emilia Romagna 2 (Bologna e Parma), Lazio 2 (Lazio e Roma), Liguria 2 (Genoa e Sampdoria), Piemonte 2 (Juventus e Torino), Sicilia 2 (Catania e Palermo), Toscana 2 (Fiorentina e Siena), una rappresentante ciascuna Abruzzo (Pescara), Campania (Napoli), Friuli Venezia Giulia (Udinese), Sardegna (Cagliari) e Veneto (Chievo).

I primati da battere…
Ecco alcuni tra i record della Serie A TIM, relativi ai tornei a 20 squadre.
Miglior sequenza di partite utili: 38 (Juventus 2011-12).
Miglior serie di vittorie consecutive: 17 (Inter 2006-07).
Miglior serie iniziale di vittorie consecutive: 9 (Juventus 2005-06).
Maggior numero di partite iniziali senza reti al passivo: 7 (Bologna 1946-47).
Maggior numero di partite vinte complessivamente: 30 su 38 (Inter 2006-07).
Maggior numero di partite vinte sul proprio campo: 18 su 19 (Torino 1948-49 e Milan 2005-06).

… e quelli da evitare
Questi sono, invece, i principali record negativi della Serie A TIM, sempre relativi ai tornei a 20 squadre.
Maggior numero di partite consecutive senza vittorie: 21 (Treviso 2005-06).
Maggior numero di partite iniziali senza vittorie: 17 (Ascoli 2006- 07).
Maggior numero di sconfitte complessive: 27 (Venezia 1949-50).
Maggior numero di sconfitte casalinghe: 13 (Treviso 2005-06).
Maggior numero di reti al passivo: 89 (Venezia 1949-50).
Minor numero di punti conquistati in trasferta: 2 su 38 (Bari 1949-50 e Venezia 1949-50).

 

Curiosità in pillole sulle squadre della Serie A 2012-2013

ATALANTA
I bergamaschi si sono salvati con largo anticipo nella stagione appena trascorsa, grazie ad un avvio di campionato esaltante che, senza la penalizzazione di 6 punti, avrebbe consentito loro di mantenere la vetta solitaria della classifica fino alla nona giornata. La “Dea” è la squadra che detiene il record assoluto di promozioni nella massima categoria: ben 12. I nerazzurri, vincitori della Coppa Italia nella stagione 1962-63, si preparano alla loro 52ª partecipazione alla massima serie, risultato che consente all’Atalanta di essere la squadra che ha disputato più campionati di Serie A fra quelle che non hanno mai vinto uno scudetto. Il miglior piazzamento di sempre in Serie A risale alla stagione 1947-48, quando l’Atalanta chiuse al quinto posto in classifica, anche se il record di punti appartiene alla stagione appena conclusa.

BOLOGNA
Il Bologna è una tra le 9 società della Serie A TIM 2012-13 a vantare oltre 60 campionati in massima serie, nella quale ha militato ininterrottamente dalle origini alla stagione 1981-82, ed una delle 12 al via ad avere vinto almeno un titolo. Gli scudetti complessivi vinti dal Bologna sono 7, l’ultimo dei quali risale al 1963-1964 e fu conseguito, primo e unico caso in Italia, al termine di uno spareggio (2-0 con l’Inter il 7 giugno 1964). Nel corso della loro storia, per due volte i rossoblu sono stati protagonisti di un doppio salto di categoria: all’indietro negli anni Ottanta (dalla A alla C1 nel 1981-82 e 1982-83), in avanti nel decennio successivo (dalla C1 alla A nel 1994-95 e 1995-96). Recordman di presenze in Serie A per i rossoblu è Giacomo Bulgarelli con 391 gettoni. Nella stagione appena trascorsa il Bologna ha ottenuto il miglior piazzamento (nono posto) dall’ultima risalita nella massima serie ed è stata la squadra che ha subito più falli di tutti (654).

CAGLIARI
Il debutto dei rossoblu in Serie A risale alla stagione 1964-65 e coincise con un ottimo 6° posto. Quello ai nastri di partenza è il nono campionato consecutivo in Serie A TIM per i sardi che, nella stagione 2008-09, hanno ottenuto il loro miglior piazzamento (9°) dal ritorno nella massima serie, avvenuto nel 2004. In precedenza spicca, ovviamente, il titolo conquistato nel 1969-70, preceduto dal secondo posto della stagione precedente. Gigi Riva, miglior cannoniere della storia del Cagliari in Serie A con 156 reti, è anche il numero uno tra i bomber della Nazionale: 35 centri in appena 42 partite. Nello scorso campionato, Joaquin Larrivey ha messo a segno il record di 3 reti realizzate di testa in una sola partita.

CATANIA
Settimo campionato consecutivo in Serie A TIM per i siciliani, che così superano il loro record di permanenza nella massima serie, risalente alle 6 stagioni di fila dal 1960-61 al 1965-66. Dalla risalita nella massima categoria, il miglior piazzamento ottenuto dai siciliani è l’11° posto della stagione appena trascorsa, condito anche dal record di punti ottenuti in un campionato di Serie A TIM. Il record rimane l’ottavo posto conquistato per ben tre volte negli anni sessanta (1961, 1964 e 1965). Nella stagione appena trascorsa, il Catania – che ha tagliato in occasione della vittoria esterna contro il Lecce del 26 Novembre 2011 l’importante traguardo delle 500 partite in Serie A TIM – è stato il club che ha pareggiato di più assieme alla Juventus: ben 15 volte.

CHIEVO VERONA
La società clivense si appresta a disputare l’undicesimo campionato di Serie A TIM della sua storia. Protagonista di una storica promozione nel 2000-01, da quella stagione il club del presidente Luca Campedelli ha saltato un solo campionato di Serie A TIM, quello del 2007-08 che è coinciso con la vittoria in Serie B e l’immediata risalita. Il miglior piazzamento sul campo resta legato al primo anno di Serie A TIM, quando il Chievo giunse quinto dopo essere stato anche in testa al campionato nel girone d’andata. Nell’ultimo decennio, il Chievo annovera anche due partecipazioni alla Coppa UEFA ed un preliminare di UEFA Champions League. Nella stagione appena trascorsa il Chievo ha ottenuto il miglior piazzamento (decimo posto) dall’ultima risalita nella massima serie. Recordman di presenze e gol in Serie A TIM per i gialloblu è Sergio Pellissier, con rispettivamente 299 gettoni e 80 reti.

FIORENTINA
I viola si preparano al nono campionato consecutivo in Serie A TIM, dove hanno primeggiato in due occasioni: 1955-56 e 1968-69. Sono 75 i campionati disputati nella massima serie dai viola che, dall’anno della prima partecipazione alla Serie A (1931-32), hanno sempre ottenuto l’immediata promozione tutte le volte che sono scesi in Serie B (nel 1939, nel 1994 e nel 2004). Cinque calciatori hanno vinto la classifica marcatori di Serie A quando vestivano la maglia della Fiorentina. Il miglior marcatore dei gigliati in un campionato a girone unico è stato Luca Toni, capocannoniere con 31 gol in 38 gare nella stagione 2005-06.

GENOA
La società rossoblu, dopo la sofferta salvezza della passata stagione, si appresta ad affrontare il sesto campionato di Serie A TIM consecutivo dall’ultima promozione dalla Serie B del 2007. Quarta società italiana per numero totale di campionati vinti (9), il Genoa è stato il primo club a vincere il titolo (1898) e ad appuntarsi lo scudetto sulle maglie, usanza entrata in vigore a partire dal 1923-24. L’anno prima, i rossoblu avevano conquistato il titolo senza subire sconfitte. Nel 1912, il Genoa fu il primo club ad assumere un allenatore professionista: il britannico William Garbutt, preceduto dall’appellativo di Mister (“signore”, tradotto dall’inglese). Secondo gli storici, fu quell’episodio a dare il via all’abitudine di chiamare Mister i tecnici delle società di calcio. Il genoano Sebastien Frey, insieme all’udinese Samir Handanovic, è stato l’unico calciatore sempre impiegato (e mai sostituito) in tutte le 38 partite della scorsa stagione di Serie A TIM.

INTER
Insieme a Juventus (che vinse dal 1930-31 al 1934-35) e Torino (dal 1942-43 al 1948-49, con il campionato del 1944 sospeso per la guerra), la società nerazzurra detiene il primato di campionati vinti consecutivamente (dal 2005-06 al 2009-10): 5. Sempre in tema di record, appartiene all’Inter quello del miglior punteggio in campionato, sia per quanto riguarda i tornei a 18 squadre (58 punti nel 1988-89, quando la vittoria era premiata con 2 punti invece di 3), sia nei tornei a 20 squadre (97 nel 2006-07). Il capitano Javier Zanetti, giunto alla sua diciottesima stagione in maglia nerazzurra, è il giocatore in attività con più presenze in Serie A TIM: 570 (+ 3 gare di spareggio). La squadra nerazzurra cercherà di non migliorare il record negativo fatto registrare la scorsa stagione, quando è incappata nel suo peggior esordio dall’introduzione del girone unico, totalizzando quattro punti in sei partite (il precedente record negativo era datato 1983-84). L’Inter, nell’ultimo campionato, è risultata la squadra che ha totalizzato il minor numero di pareggi (7) e Diego Alberto Milito è stato l’unico calciatore a realizzare quattro reti in una sola partita (Inter – Palermo 4 a 4 del 1 Febbraio 2012).

JUVENTUS
La società bianconera, con il successo della stagione scorsa, rafforza il record di scudetti vinti nella storia della Serie A TIM: ben 28. Il successo bianconero è arrivato senza mai aver perso una partita, eguagliando così un risultato ottenuto nella storia del girone unico solo dal Perugia di Castagner nel 1978-79 e dal Milan di Capello nel 1991-92; la Juventus è però la prima formazione a conseguire tale record in un torneo a 20 squadre. I bianconeri detengono inoltre il record del miglior punteggio in classifica nei campionati a 16 squadre: 51 punti (sui 60 disponibili), stabilito nel 1976-77. La scorsa stagione ha visto primeggiare i bianconeri anche nella differenza reti (+48) e nel numero totale di pareggi: ben 15 (mai una squadra ha vinto il campionato con così tanti pareggi). La difesa dei bianconeri ha poi fatto registrare altri 2 record: miglior difesa (20 gol subiti) nel campionato a 20 squadre e minor numero di gol subiti in trasferta nella storia della Serie A TIM (8). La stagione 2011-12 ha segnato l’esordio dei bianconeri nel nuovo Juventus Stadium (41.000 posti a sedere, unico impianto di proprietà in Serie A TIM) e ha sancito l’addio dopo diciannove stagioni del capitano e bandiera Alessandro Del Piero (705 presenze ufficiali con la Juventus, 16° calciatore per numero di presenze assolute in Serie A TIM con 478 gettoni e 8° nella classifica marcatori della massima categoria con 188 reti realizzate). Andrea Pirlo è stato nella passata stagione il miglior assist man del campionato con 110 assist totali (12 dei quali sono risultati poi vincenti).

LAZIO
La società del presidente Lotito vanta nel proprio palmares due scudetti (1973-74 e 1999-00) e una permanenza consecutiva in Serie A TIM dal 1988. Dal ritorno nella massima categoria, oltre al titolo conquistato, la società biancoceleste si è piazzata due volte seconda (1995 e 1999), due volte terza (1996 e 2001) e una volta quarta (nella stagione appena conclusa). La Lazio è stata l’ultima società a sollevare la Coppa delle Coppe, trofeo che dal 1960-61 al 1998-99 ha messo di fronte i vincitori delle coppe nazionali. L’ultima partita della competizione venne disputata a Birmingham il 19 maggio 1999 e registrò il successo per 2-1 dei laziali sul Real Maiorca. Tre mesi dopo, i biancocelesti avrebbero vinto anche la Supercoppa Europea, ultimo trofeo internazionale in ordine di tempo finito nella loro bacheca.

MILAN
Il club di via Turati torna in campo dopo aver chiuso la passata stagione al secondo posto, dietro la Juventus neo Campione d’Italia, con 80 punti conquistati. Il Milan è stata la squadra che nell’ultima stagione ha collezionato più vittorie (24) e ha segnato più gol (74). Per quanto riguarda i tornei a 18 squadre, i rossoneri vantano la più lunga striscia d’imbattibilità assoluta (58 gare) e relativa alle gare in trasferta (38). A livello individuale, i rossoneri annoverano ancora il primatista assoluto di presenze nella massima divisione (Paolo Maldini, 647 presenze), il miglior goleador straniero di tutti i tempi (Gunnar Nordahl, 225 reti) e il portiere con la più lunga serie d’imbattibilità in campionato (Sebastiano Rossi, 929 minuti).

NAPOLI
I partenopei approdano alla nuova stagione da freschi vincitori della TIM Cup 2011-12, avendo battuto la Juventus in finale: grazie a questa vittoria il Napoli è stata l’unica società ad avere sconfitto i bianconeri, fino a quel momento imbattuti, nella passata stagione. Il Napoli è anche reduce da una esaltante prestazione in UEFA Champions League, competizione nella quale gli azzurri non avevano mai giocato dall’introduzione della nuova formula avvenuta nel 1992-93, dove ha sfiorato la qualificazione ai quarti di finale dopo avere affrontato ad armi pari società del calibro di Manchester City, Bayern Monaco e Chelsea. E’ nota la passione del pubblico napoletano per la propria squadra. Non stupisce, pertanto, che sia stata proprio una partita giocata allo stadio San Paolo a stabilire il record assoluto di paganti in uno stadio italiano: 89.365, registrati in occasione di Napoli-Perugia del 20 ottobre 1980. Il record di abbonati (70.402) non risale agli anni di Maradona, come molti pensano, ma al 1975-76, stagione in cui dal Bologna arrivò il centravanti Beppe Savoldi, costato due miliardi di lire dell’epoca.

PALERMO
I rosanero si preparano a disputare il nono campionato di Serie A TIM consecutivo. Mai in passato erano rimasti per tanti anni di seguito nel massimo campionato. In questa serie positiva si colloca il miglior piazzamento nella storia del Palermo, arrivato per tre volte quinto in Serie A TIM: nel 2006, nel 2007 e nel 2010. I rosanero, nella loro storia, hanno disputato in tutto tre finali di TIM Cup (nel 1974, nel 1979 e nel 2011). Nella scorsa stagione, Fabrizio Miccoli è stato il re degli assist vincenti, assieme ad Andrea Pirlo, con 12. Il rosanero detiene inoltre il record stagionale in una singola gara con 3 assist vincenti in Palermo-Genoa della 19ª giornata. La formazione siciliana ha realizzato il maggior numero di gol di testa nella Serie A TIM 2011-12: 14.

PARMA
Gli emiliani sono alla ventiduesima partecipazione della loro storia nel massimo campionato. L’esordio assoluto in Serie A, datato 1990, si concluse con un sorprendente 6° posto, che qualificò gli emiliani alla Coppa UEFA. L’anno seguente, con la conquista della Coppa Italia, sarebbe arrivato il primo trofeo. Sono tre in totale le coppe nazionali presenti nella bacheca dei ducali, dove fa bella mostra di sé anche la Supercoppa TIM vinta nel 1999. Il giocatore del Parma che ha totalizzato più presenze in Serie A è Antonio Benarrivo: il terzino crociato ha collezionato 258 presenze tra il 1991 e il 2004. Il giocatore che ha realizzato più reti in campionato è invece Hernan Crespo, che nella doppia parentesi in gialloblu ha segnato 72 gol.

PESCARA
Grazie al primo posto conquistato nel campionato di Serie B 2011-2012, il Pescara torna a giocare nella massima categoria, da dove era assente dalla stagione 1992-93, quando fu allenata inizialmente da Galeone e poi da Zucchini. Fino ad oggi, il Pescara è la prima ed unica società di calcio abruzzese ad avere raggiunto la Serie A TIM. La prossima stagione sarà la sesta disputata dal Pescara in Serie A, dopo le stagioni 1977-78, 1979-80, 1987-88, 1988-89 e 1992-93. Il migliore piazzamento del Pescara in Serie A è il quattordicesimo posto della stagione 1987-1988, quando la formazione abruzzese riuscì nell’impresa di salvarsi dalla retrocessione in Serie B.

ROMA
Il capitano Francesco Totti, all’alba del ventunesimo campionato con la stessa maglia, è il miglior marcatore tra i giocatori ancora in attività in Serie A TIM, con 215 reti. La sua stagione più prolifica risale al 2006-07, quando Totti si laureò capocannoniere con 26 marcature e si aggiudicò la Scarpa d’oro, secondo italiano a riuscire nell’impresa dopo Luca Toni. Totti, quinto nella classifica dei goleador di tutti i tempi in Serie A, proverà a recuperare ulteriori posizioni già in questa stagione, ad esempio nei confronti della coppia Altafini – Meazza, che lo precede di una sola rete sul terzo gradino del podio. Il capitano della Roma detiene, invece, il record di marcature in Serie A con la stessa società. La Roma è stato il primo e unico club italiano ad aggiudicarsi la Coppa delle Fiere, torneo riservato alle società delle città europee sedi di fiere internazionali, disputato dal 1955 al 1971: i giallorossi vinsero l’edizione 1960-61. Nella scorsa stagione, la Roma è stata la squadra che ha fatto più possesso palla, con 30′ e 04” di media a partita.

SAMPDORIA
I blucerchiati tornano nella massima categoria dopo una sola stagione passata in Serie B, in seguito all’amara retrocessione del 2010-11. Nella sua storia, la Sampdoria è retrocessa in Serie B quattro volte, curiosamente sempre in anni con numeri finali gemelli (1966, 1977, 1999 e 2011). L’uomo dei record della Sampdoria in campionato è Roberto Mancini, che detiene sia il maggior numero di presenze (424) sia di reti segnate (132).

SIENA
Il Siena si prepara al nono campionato in Serie A TIM, dove ha debuttato nel 2003-04. La prima vittoria in Serie A TIM del Siena (4-0 all’Empoli il 20 settembre 2003, risultato eguagliato l’11 gennaio 2004 contro il Modena e di nuovo il 7 gennaio 2012 contro la Lazio) è anche il successo più largo dei toscani nella massima divisione. Il mattatore di quella sfida fu Enrico Chiesa, autore di una tripletta, mentre il miglior bomber di sempre dei bianconeri in Serie A TIM è Massimo Maccarone, con 46 centri complessivi. Nella stagione 2011-12 il Siena ha stabilito il proprio record di reti segnate, 45, di cui 12 firmate da Mattia Destro.

TORINO
La squadra granata torna nella massima serie grazie al 2° posto conquistato nel campionato di Serie B 2011-12, dopo tre anni consecutivi di permanenza tra i cadetti. Il Torino è uno dei club più blasonati d’Italia, potendo vantare ben 69 campionati disputati nella massima categoria, con sette titoli di Campione d’Italia e cinque successi in Coppa Italia. Il calciatore che ha realizzato il maggior numero di marcature con la maglia del Torino è Paolo Pulici, autore di 172 reti tra il 1968 e il 1982.

UDINESE
Il bomber Di Natale, con 135 marcature realizzate, è il giocatore che ha siglato più reti in Serie A con la maglia dell’Udinese. Nell’ultimo campionato, sono stati 23 i gol messi a segno dall’attaccante campano, che ha apposto la propria firma in tutte le competizioni a cui ha preso parte, diventando il primo e unico calciatore italiano ad avere segnato in Serie A TIM, TIM Cup, UEFA Champions League e UEFA Europa League nella stessa stagione. Nell’ultima stagione, l’Udinese ha raggiunto per la seconda volta consecutiva i preliminari della UEFA Champions League, grazie al terzo posto in Campionato, che rappresenta anche il suo risultato 22 migliore in Serie A TIM insieme a quello raggiunto nella stagione 1997-98.

 

Fonte dei dati: legaseriea.it




Articolo scritto da: Calciatori-Online.com
Pubblicato il: 26 luglio 2012
Categoria: Serie A
Argomenti:

Lascia un commento