La Roma Si Avvicina

Dopo la sconfitta in Grecia per mano del Panathinaikos gli uomini di mister Ranieri cercano il riscatto in campionato dove non perdono dalla lontana trasferta di Udine di due mesi fa.

AS RomaLa novità in casa Roma riguarda il portiere non c’è Julio Sergio infortunato, al suo posto l’ex titolare Doni, per il Catania da segnalare il recupero di Carboni. Dopo il pareggio dell’ Inter di ieri nel posticipo serale con la Samp la Roma prende coraggio e ha una grande occasione per accorciare il divario che è di 8 punti. Il Catania è anch’essa reduce da una serie positiva di risultati e vorrebbe non fermarsi oggi all’ Olimpico parola di mister Mihajlovic peraltro ex laziale dal dente avvelenato.

Come da pronostico la Roma chiude il primo tempo in vantaggio per 1-0 grazie ad un gran gol di Vucinic al 17′ che finalizza al meglio un calcio d’angolo battutto da Mènez. Un Primo tempo avaro di emozioni si chiude con un altra sola grande occasione, quella capitata sui piedi di capitan De Rossi che però si fa respingere il tiro da Andujar, per il Catania da registrare soltanto un tiro dalla distanza di Alvarez bloccato a terra da Doni.

L’inizio del secondo tempo è tutto giallorosso; Mènez prova un paio di conclusioni ma nessuna crea problemi al portiere etneo. I padroni di casa provano ad amministrare il vantaggio ma subiscono le avanzate dei siciliani che comunque non destano preoccupazioni alla collaudata coppia Juan – Burdisso. I giallorossi mollano la presa e lasciano spesso il pallino del gioco al Catania che iniza a crederci di più, al 62′ Mihajlovic sostituisce Llama per far posto a Martinez e aumentare il peso davanti, la Roma non molla affondando con le ripartenze di Vucinic e Cerci ma quest’ultimo prende un colpo e dopo diversi tentativi non ce la fa e lascia il campo sostituito da Perrotta (66′).

Il Catania attacca soltanto con i cross dal fondo ma la retroguardia romanista è attenta e sventa ogni pericolo grazie anche l’aiuto in ripiegamento di Brighi e De Rossi. Mihajlovic non ci sta, cambia i fattori ma il risultato non cambia, dentro Del Vecchio per Ricchiuti al 71′, la Roma intanto controlla con attenzione. Passano tre minuti e Ranieri inizia a pensare al ritorno di coppa di giovedì, è il 74′ fuori uno stanco Mènez e dentro un interditore di razza come Faty che rimedia subito un’ ammonizione ma non sfigura affatto dando una mano alla causa giallorossa. Cambio anche per il migliore in campo Mirko Vucinic non al meglio e dentro Julio Baptista che fa valere il suo fisico sbagliando pochi passaggi. La Roma non rischia ma il risultato è sempre in bilico e per non avere rimpianti il tecnico etneo butta nella mischia Morimoto togliendo Spolli, un Catania a trazione anteriore non riesce ancora a pungere l’avversario che anzi si rifà vivo in area con Taddei che non riesce a tenere basso un pallone servito a tu per tu con Andujar da Baptista. Finale nervoso con la Roma che tiene palla alla bandierina con Baptista per tutti e quattro i minuti di recupero.

All’Olimpico termina 1-0 e si avvicina alla capolista Inter.




Articolo scritto da: Antonino
Pubblicato il: 22 febbraio 2010
Categoria: Calcio News
Argomenti: ,

Lascia un commento