Vola Lazio Vola

Pechino amara per l’Inter, trionfale per la lazio. I biancocelesti si aggiudicano la terza Supercoppa italiana nella storia battendo i 17 volte campioni d’Italia per 2-1 grazie alla fortunosa rete del brasiliano Matuzalem e ad un morbido pallonetto di capitan Rocchi che beffa Julio Cesar, inutile il goal di Eto’o al minuto 75.

SS LazioL’Inter fa la partita ma complice la sfortuna e le super parate di Muslera (il migliore in campo) non riesce a finalizzare le infinite occasioni da rete. Nonostante la sconfitta, Mourinho può essere soddisfatto perchè ha ricevuto segnali positivi dai quattro nuovi acquisti: Lucio è un mastino in difesa capace d’essere pericoloso anche in attacco, Motta insieme a Cambiasso è il geometra della squadra , Milito ed Eto’o hanno già un ottimo feeling e pare che giochino insieme da una vita.

Ergo, l’Inter non vince ma gioca centomila volte meglio rispetto all’anno scorso, infatti non butta mai via il pallone con quei inutili lanci che spiovevano dalla difesa.

La Lazio, dal canto suo, ha il merito di difendersi in tutti i modi e di sfruttare con cinismo le poche azioni concesse dalla corazzata meneghina.

Il primo tempo è povero d’emozioni, al 25′ minuto Zarate prova a sorprendere Cesar con un tiro dalla distanza, ma il brasiliano è attento. I nerazzurri rispondono immediatamente e hanno un nitida occasione: Eto’o imbecca Muntari che vince un rimpallo e solo soletto contro Muslera spara altissimo. Dieci minuti dopo, inizia il Muslera’s show, che compie un miracolo sul poderoso stacco di testa di Lucio.

Il secondo tempo inzia da come era finito il primo: la Lazio abbottonata e l’Inter attacca. Azione volante tra Eto’o-Stankovic con il serbo che fa rabbrividire Musera. Al minuto 25, Eto’o sfrutta una leggerezza di Diakite e come un rapace si avventa sul pallone, dribbla il portiere ma il suo diagonale esce di un soffio fuori: è un vero e proprio tiro a bersaglio. Pochi minuti dopo sale in cattedra  Milito, che prima di destro e poi di sinistro costringe Muslera a effettuare dei miracoli.

Tutto fa preludere al gol interista, ma al 62 succede ciò che non ti aspetti: una punizione di Kolarov rocambola sui piedi di Matuzalem che beffa fortunatamente con un rimpallo Cesar e di faccia segna: 1-0. Cinque minuti dopo Mauri verticalizza per Rocchi che fulmina in velcità Chivu e punisce il portierone interista con un meraviglioso pallonetto.

CLAMOOROSO LAZIO 2 INTER 0. Mou tenta il tutto per tutto,inserendo le carte Balotelli e Suazo. Ma il salvagente è il solito Eto’o, Dabo perde palla al limite d’area, Balotelli innesca il camerunense che trafigge il portiere. Gli ultimi 5 minuti sono un arrembaggio Inter ma la difesa biancoceleste con le unghie e con i denti regge l’ assalto e conquista il primo titulo della stagione.

Dopo tanto tempo l’aquila torna a volare!

LE PAGELLE

MUSLERA = 8 Il migliore in campo, da portiere da paperon de paperon si è trasformato come d’ incanto in superman; strepitosa la parata sulla zuccata di Lucio. MURAGLIA CINESE.

ROCCHI = 7,5 Una perla il goal del momentaneo 2-0 che sorprende Cesar. SULTANO DI PECHINO.

ZARATE = 7 Una partita di sacrificio per il folletto argentino che prende a destra e a sinistra botte, ma non si arrende mai. PICCOLO GLADIATORE.

ETO’O = 7,5 Dopo questa prestazione i tifosi interisti sono sollevati: il camerunense non è inferiore a Ibra. Si trova a meraviglia con Milito e fa impazzire Diakite e Siviglia. EPPURE NON è AL TOP DELLA CONDIZIONE E QUANDO SARA’ AL 100…

LUCIO = 7 Arcigno, spietato o semplicemente cattivo questo è il difensore capitano del Brasile. Una diga quasi impenetrabile capace di essere letale in attacco. THE MONSTER




Articolo scritto da: Pietro
Pubblicato il: 11 agosto 2009
Categoria: Supercoppa Italiana
Argomenti: ,

Lascia un commento