Che Cosa è Successo alla Juve?

Juventus FCChe cosa è successo alla Juve? Già, tutti se lo domandano ma nessuno sa la risposta.

Probabilmente qualcosa a livello di spogliatoio si era rotto. A tutti è parso strano, per esempio, che Gigi Buffon nella partita con il Lecce sia tornato dopo solo cinque minuti in campo alla fine del primo tempo perdipiù con una faccia e soprattutto un’ espressione da cimitero dicendo ripetutamente “Non ce la faccio più”. E questa fu probabilmente la goccia che fece traboccare il vaso, quel vaso riempito da Claudio Ranieri fino all’orlo. Solo probabilmente con quelle immagini viste in TV la dirigenza ha capito che Ranieri doveva essere messo in dubbio.

Penso che l’esonero dell’ormai ex allenatore bianconero si possa dividere in tre capitoli:

Capitolo 1: I risultati
Già, i risultati. Questa maledetta striscia di partite pareggiate e perse. Non dico che la colpa sia solo di Ranieri, anche se la sua parte l’ha fatta, ma anche, per esempio del dottor Agricola, per fortuna in pensione dall’anno prossimo. Comunque non sono, come detto solo gli infortuni a farci pensare, ma anche le scelte dell’ex mister. Innanzitutto li fatto di non far giocare un Giovinco che, quando è entrato in campo ha sempre fatto bene (Lecce, Chelsea, Bologna) e l’insistere su giocatori che forse era meglio non comprare. E questo ci apre le strade al secondo capitolo…

Capitolo 2: Gli acquisti
Anche qui c’è qualcosa che non va. Forse la dirigenza ha dato troppa voce in capitolo a Claudio Ranieri, in quanto gli acquisti di Poulsen in primis e in parte di Tiago si sono rivelati fallimentari. Da aggiungere, ovviamente Mellberg, che come centrale non ha fatto sicuramente bene, meglio da terzino. Direi che gli unici acquisti da salvare sono quelli di Sissoko e Amauri, oltre a Diego su cui ci ha messo la mano.

Capitolo 3: lo spogliatoio
Sicuramente non andava qualcosa nello spogliatoio. Perchè con l’arrivo di Ciro Ferrara un sospiro di sollievo tutti lo hanno dato, nelle interviste successive alla partita con il Siena. Secondo me come detto, la goccia che ha fatto veramente innalzare dei dubbi nella dirigenza è stata quella lite con Camoranesi che Buffon non aveva potuto sopportare. Seguita ovviamente dagli ultimi risultati. Ma non fraintendetemi. Io non sto criticando Ranieri, che nel primo anno ha fatto un eccellente, anzi, più che eccellente lavoro, ma la dirigenza, perchè dopo quell’anno Claudio andava esonerato per dare spazio a un allenatore più adatto per la nuova Juventus.




Articolo scritto da: Mattia Puddu
Pubblicato il: 4 giugno 2009
Categoria: Calcio News
Argomenti: , ,

5 Commenti

  • Mino ha detto:

    Io invece la risposta la conosco ed è molto semplice: la Juve non è più quella di una volta perchè la dirigenza non è quella di una volta. Prima la Juve rubava e vinceva,e tutto andava bene…oggi Moggi non è più il padrone del calcio e la differenza si vede. La mafia non esiste più e la Juve è stata costretta ad esonerare un allenatore dopo 40 anni…..Più chiaro di così

  • pluto ha detto:

    volevo solo ricordare che negli anni in cui la juventus “rubava” nella finale mondiale c’erano tra francia e italia circa 10 giocatori juventini di cui almeno 7 titolari…quindi nn vincevamo perchè aiutati ma perchè eravamo i più forti non per niente due anni prima eravamo sul tetto europeo subito sotto il milan…poi penso che giocatori affermati e importanti(del piero buffon nedved camo trez)non sarebbero andati in serie B dopo essere stati presi in giro dalla società…ora signor mino secondo il tuo ragionamento una squadra vince per la società non grazie alla voglia dei giocatori ,quindi sempre secondo il tuo raginamento a capo dell italia ora c’è il signor moratti,uomo stupido(aumentare l ingaggio ad un allenatore che ha fatto peggio di quello precedente) e poco sportivo(pronto a insultare le altre squadre dopo che vince) ma ricco al punto giusto per montare un inganno NAZIONALE…ora non sapendo se lei è interista o milanista o altro le dico che a parte l’inter(guardacaso) tutte le altre grandi squadre sono state penalizzate esattamente come la juve quindi anche loro colpevoli….W JUVE SEMPRE

  • Mino ha detto:

    Una società può vincere in diversi modi: 1 La squadra è forte e non si discute ; 2 la squadra è debole e i dirigenti fanno di tutto per farla vincere ; 3 (questo era il caso della juve) la squadra è forte e vince anche grazie agli imbrogli dei dirigenti . Ora quando questi imbrogli erano diventati troppo evidenti (perchè non solo danneggiavano squadre che lottavano per lo scudetto inseme alla Juve, ma anhe altre purchè si avvantaggiasse la Juve) si é aperta un indagine che sappiamo tutti a cosa a portato. Le volevo ricordare pluto che i legali della Juve implaravano la serie B In tribunale…perchè la società bianconera rischiava le serie minori o addirittura la radiazione. Implorare la serie B significa patteggiare ed ammettere le colpe….

  • pluto ha detto:

    Che brutta bestia è l’invidia…una squadra vince perchè è forte…non per aiuti mai richiesti…

  • Mino ha detto:

    Invidia????Sono solo fiero di NON essere rubentino..

Lascia un commento