Alvaro Recoba Festeggia lo Scudetto Con Moratti e Scherza con Ibra

Alvaro Recoba Panionios (Grecia)Alvaro Recoba è ancora un cuore nerazzurro. Si, perché Recoba e l’Inter sono legati da un filo indissolubile, un legame che va oltre lo sport, che va oltre tutto!

Recoba è passato da Milano in settimana, per festeggiare lo scudetto con Massimo Moratti, con cui si sente spesso.

Pensate che l’ultima volta il presidente Moratti ha chiesto al Chino un dvd con le ultime partite del Panionios, quelle in cui il suo “figlio adottivo” ha letteralmente cambiato marcia, scatenando di fatto un putiferio sul mercato greco, per godersi ancora una volta le prodezze del suo pupillo.

L’Aek Atene è in pieno pressing, ma anche da Salonicco si stanno muovendo, in particolare il Paok degli uruguaiani Bizera e Pablo Garcia. Non solo, sono tornati alla carica gli sceicchi, e nelle ultime ore si è affacciata pure la lega Usa, Chicago in particolare.

Ecco l’intervista fatta dalla Gazzetta dello Sport al Chino Recoba:

Recoba, bilancio della sua prima stagione in Grecia?
“Umanamente davvero positivo. Qui il modo di vivere è mol­to simile a quello uruguaiano. La gente è splendida, accoglien­te, rispettosa. E poi il clima è fantastico, il sole non manca quasi mai e se abiti sul mare…”.

Tecnicamente?
“Mi manca la lotta scudetto, la caccia ai grandi traguardi, anche la pressione tipica di quei momenti. Con il Panionios ab­biamo chiuso da tempo la sta­gione. In Grecia ci sono i playoff e noi ne siamo rimasti fuori”.

Già, ma oggi Recoba è ancora un vero atleta?
“Fatevi un giro per Youtube e verificate voi stessi (ride). Certo, venivo da due stagioni piene di infortuni e problemi d’altra na­tura. La scorsa estate, poi, sono arrivato ad Atene a settembre e quindi per me l’inizio di stagione non è stato facile. Ho iniziato anche forte, ma poi sono emersi inevitabilmente tanti piccoli guai muscolari. Negli ul­timi due mesi ho invece sentito antiche sensazioni e mi sono convinto di potermela giocare ad alti livelli almeno per un altro paio di stagioni”.

Continua a seguire l’Inter?
“Certo, e se tutto va bene maga­ri settimana prossima mi allenerò con i confermatissimi campioni d’Italia”. Cioè? “Sto partendo per la Spagna, lì giocherò una partita di beneficenza, poi torno in Italia. Ho sempre una casa dalle parti del Lago di Como… E non mi di­spiacerebbe fare due tiri con i vecchi amici”.

Tra questi, c’è Ibra?
“Sì, con Ibrahimovic ci sentiamo spesso. O meglio, giochiamo spesso via internet. L’altro giorno ha visto un mio gol e mi ha sfottuto: ‘Ma quelli erano tutti fermi, vieni a farlo qui se ci riesci’. Mi sa che dovrò accontentarlo…”.

Incontrerà Moratti?
“Certamente”. E allora? “Eh, quando ci siamo di mezzo noi due può succedere di tutto… Scherzo, sia chiaro”.

Cosa pensa di Mourinho?
“Ne parlano tutti benissimo, io posso limitarmi ai numeri: ha vinto con il Porto, poi a Londra con il Chelsea e ora ha praticamente in tasca anche lo scudetto italiano. Che piaccia o no, roba da fuoriclasse della panchina “. Ma anche lui ha fallito in Europa… “Ho visto la gara di Manchester, l’Inter non meritava di perdere. Ha praticamente giocato alla pari con i più forti del mondo. Non è così distante da Ronaldo e compagni, basta poco. A livello mentale, secondo me, quella sera l’Inter ha fatto un salto di qualità molto importan­te “.

Troppo forte l’Inter in Italia, o concorrenza ancora scadente?
“Troppo forti i nerazzurri, favoriti anche dal crollo della Ro­ma, potenzialmente la squadra più attrezzata per lo scudetto. Pazzesco che Totti e De Rossi non possano giocare la Champions League, ma magari senza coppa l’anno prossimo sa­ranno la squadra da battere in Italia”.




Articolo scritto da: ErrePi
Pubblicato il: 25 maggio 2009
Categoria: Calcio News
Argomenti: , , , , ,

3 Commenti

  • i love recoba ha detto:

    Grande Chino, se sempre uno di noi!

  • Mino ha detto:

    I suoi limiti : infortuni e soprattutto incostanza. Ma la sua classe non si discute. Nessun interista portà mai dimenticarlo. Grazie Chino per le magie che ci hai regalato.

  • vito ha detto:

    per me recoba non ha rubato soldi a moratti,se un giocatore ruba al presidente,2 sono le cose o recoba e un grandissimo giocatore oppure moratti non capisce niente non solo pupillo di moratti anche mio e tanti milioni sparsi in tutto il mondo.forza recoba sei il migliore del mondo anche adesso.in bocca al lupo. vito

Lascia un commento