Buona la Lazio Vista al Meazza

La Lazio gioca bene non sembra per nulla intimorita dalla squadra neroazzurra da la sensazione di poter fare una buona gara e portare a Roma un buon risultato. Ma  i fischi della curva del meazza svegliano l’inter e il suo bomber  Ibrahimovic che decide di vincere l’incontro con due perle di pregiata fattura.

striscione Gabriele sarai sempre con noiIl pre partita inzia con un fantastico striscione dedicato a Gabriele Sandri esposto nella curva neroazzurra dove si leggeva a chiare lettere “Gabriele sarai sempre con noi”.

Partiamo dalla disamina della partita: La lazio fuori Foggia e ancora spazio a Del Nero,schierato dal mister Delio Rossi come trequartista dietro la coppia d’attacco Rocchi e Zarate. Dal primo minuto si vede in campo anche il rumeno Radu che fa coppia centrale con il ritrovato Rozehnal mentre Siviglia viene spostato sulla fascia destra. Brocchi e matuzalem i due mediani  a sostegno del regista di centrocampo Ledesma. La formazione del mister Mourinho si schiera con il 4-3-3 con il giovane Santon in difesa dietro a Louis Figo dall’altra parte Mancini gioca davanti a Chivu i centrali sono Cordoba e Samuel.

PRIMO TEMPO: Parte subito in grande spolvero l’Inter che si presenta con Ibrahimovic in area fermato però dall’ottimo Rozehnal.ma il primo vero pericolo la formazione biancoceleste lo corre al 3’ minuto con Mancini che con un potente tiro sfiora il palo alla destra di Muslera. Subito dopo cross basso di Figo che il giovane portiere laziale lascia sfilare pericolosamente.
Al 5’ minuto Del Nero prova su punizione il portiere Julio Cesar non rischia e mette il pallone in corner.
Al 7’ è sempre Mancini che ci prova con un tiro da fuori area ma che il pallone termina lontano dal palo.
La Lazio non sta a guardare e con una splendida azione partita da Brocchi con un lancio per il capitano della Lazio che aggancia la sfera e l’appoggia per l’accorrente Zarate il quale triangola con Rocchi che scarica verso la porta interista impegnando Julio Cesar.
Al 15’ svarione laziale dove ne approfitta subito L’Inter  conquistando però solamente un calcio d’angolo che non sortisce nessuno effetto. Al minuto 22‘ cross di Figo per Ibrah che gira di testa sul secondo palo non inquadrando la porta.
Al 25’ spettacolare azione del campione argentino Zarate che fa lo slalom su 3 giocatori costringendo al fallo il centrale difensivo dell’Inter Samuel: ammonito.
La punizione è per il serbo Kolarov da 31 metri dalla porta interista il tiro finisce a non più di un metro rasoterra del primo palo. Nulla da segnalare fino al minuto 35’ quando la punizione di Zarate finisce tra le braccia del portiere  neroazzurro. Un minuto più tardi grande caparbietà su Santon di Del Nero che gli sdradica il pallone e si invola sulla fascia crossando in mezzo ma non trovando nessun attaccante biancoceleste.
Al 37’ azione solitaria di Zarate che smarca quattro uomini ma il tiro viene deviato dal portiere dell’Inter Al 39’ dopo un buon disimpegno tra Radu e Muslera che passa la sfera sulla destra a Siviglia e scambia con il compagno Brocchi che cerca e trova  l’attaccante argentino in sovrapposizione.
L’Inter si fa viva sempre sulle palle alte per l’attaccante svedese ma l’estremo difensore biancoceleste si fa vedere sempre attento.
Al 43’ da sottolineare l’ammonizione a Del Nero per fallo commesso nel giro di 3 minuti.
Il primo tempo si conclude con lo 0-0.

SECONDO TEMPO: La ripresa vede la squadra del mister Rossi ancora protagonista al Meazza i giocatori biancocelesti gestiscono palla e la riconquistano con maggior convinzione quando è in possesso l’inter.
Mentre si può notare un’Inter ferma. Con poca aggressività da parte di Cambiasso e Muntari.
All’8’ minuto prima azione vera ed emozionante da parte dei biancoazzurri con uno scambio Zarate- Rocchi con il pallone del capitano biancoblù che sfila lentamente fuori.
Al minuto 10’ doppio cambio da parte della squadra di Mourinho escono rispettivamente Santon e Mancini ed entrano Crespo e Vieira. Di conseguenza il capitano interista si sposta sulla fascia difensiva destra.
Al 12’ del secondo tempo esce tutta la classe del centravanti svedese che dopo aver ricevuto la palla dal compagno Muntari si presenta in area di rigore supera Rozehnal e di destro batte il portiere Muslera che non poteva fare nulla da distanza troppo ravvicinata ed è 1-0 per i padroni di casa.
Al 17’ cambio per la Lazio esce Del Nero autore di una buona gara ed entra il folletto napoletano Foggia.
24’ Foggia da sinistra bella palla per Rocchi che supera Cordoba e scarica sul primo palo ma il pallone esce sul fondo.
Un minuto più tardi palla persa da Rozehnal  contropiede della squadra  interista Ibrah serve di esterno destro Muntari che non era in fuorigioco e infila Muslera in uscita sul primo palo. Il risultato ora è 2-0 in favore dei neroazzurri.
Al 27’ cambio da parte di Rossi entra Linchesteiner al posto di Radu con spostamento di Siviglia al centro della difesa.
Al 29’ sostituzione anche per l’Inter entra Burdisso ed esce Muntari autore del secondo gol interista, Zanetti si riporta nuovamente al centrocampo.
Al 30’ da registrare un tiro dello scatenato Ibrahimovic e presa di Muslera con un po’ di affanno con la difesa della Lazio colpevole per non aver contrastato a dovere il bomber svedese.
Minuto 32’ Cambiasso per Crespo in area di rigore  che spreca perché non riesce a colpire di testa il pallone.
Al 36’ bruttissimo fallo di Viera su Kolarov il giocatore interista viene solo ammonito dall’arbitro Tagliavento.
38’ esce tra gli applausi il fenomeno argentino Mauro Zarate per far posto all’esordio in  serie a del giovane ceco Kozak.
Al 40’ ammoniti ibrahimovic e Matuzalem per comportamento scorretto.
43’ ammonito Ledesma per fallo su Vieira.
La partita finisce al minuto 48’ con il risultato di 2-0 per l’inter.

Pagelle di Fabio Parisse:

Muslera 6
Siviglia 6,5
Radu 6,5
Rozenhal 6,5
Kolarov 6,5
Brocchi 7
Ledesma 6,5
Matuzalem 6,5
Del Nero 7
Rocchi 6,5
Zarate 7
Foggia 5,5
Kozak 6,5




Articolo scritto da: Fabio Parisse
Pubblicato il: 7 maggio 2009
Categoria: Calcio News
Argomenti: ,

Lascia un commento