3 Punti per la Champions

FiorentinaAtalanta contro Fiorentina; da sempre una partita difficile per mister Prandelli che mai nella sua gestione viola aveva raccolto i 3 punti contro la squadra bergamasca.

Dopo la sosta per le Nazionali, la squadra viola si presenta orfana di molti giocatori, tra i quali il campione rumeno Adrian Mutu, i danesi Per Kroldrup e Martin Jorgensen; nomi a cui vanno ad aggiungersi lo squalificato Gamberini e lo sfortunato Comotto che si infortuna nella fase di riscaldamento pre-gara.

Prandelli è cosi costretto a rimaneggiare la squadra viola all’ultimo minuto e adatta Donadel nel ruolo di terzino destro spostando Zauri centrale in coppia con Dainelli. A centrocampo i nomi sono quelli di Almiron, Kuzmanovic e Montolivo, e Semioli che torna a fare l’esterno destro; la coppia d’attacco è composta dal giovane Jovetic a caccia ancora della sua prima rete e il recuperato Gilardino.

E’ un primo tempo che vede la squadra di Del Neri nettamente più in palla rispetto alla Fiorentina, che dal canto suo serra bene i ranghi e cerca il lancio lungo per i suoi attaccanti.

Un tiro di Valdes mette i brividi a Frey che però è attento; mentre sul versante opposto un tiro di Kuzmanovic, ispirato da Gilardino, mette i brividi a Consigli.

Il primo tempo finisce cosi in sostanziale parità; ma la scossa arriva al 4 del secondo tempo quando un tiro di Plasmati (appena entrato) viene deviato dal piede di Zauri, scavalca l’impotente Frey e si deposita in rete.

La gara si mette in salita per la squadra viola che però non tarda a riprendersi; al 10′ Gilardino va in rete ma il guiardalinee segnala un fuorigioco che non c’è.

Insiste la squadra viola ed è quello che chiede Prandelli quando sostituisce uno stanco Almiron per la torre Bonazzoli. Il cambio porta benefici alla viola che al 12 guadagna un calcio di rigore per fallo da dietro di Peluso su Gilardino. Il difensore nerazzurro viene espulso.

su richiesta di Prandelli è il giovane Jovetic a presentarsi sul dischetto; il tiro, che Consigli sfiora, si insacca sull’angolo destro della porta; è 1 a 1.

La Fiorentina, forte della superiorità numerica stringe d’assedio i bergamaschi che dal canto loro non riecono più a costruire nulla.

Moltissime le occasioni create, ma non finalizzate; Prandelli allora osa sostituendo Jovetic con Vargas che ha il compito di mettere palloni invitanti per la testa di Bonazzoli. Ed è proprio Bonazzoli che all’89’ recupera una palla e la serve a Semioli, il quale arriva fin quasi sul fondo dell’out di destra e mette una palla invitante per Gilardino che brucia il suo difensore sul tempo e batte Consigli siglando la rete del definitivo 1 a 2.

Per i viola una discreta gara dopo le ultime uscite non proprio incoraggianti, e tre punti che valgono oro per la rincorsa Champions.




Articolo scritto da: Andrea
Pubblicato il: 7 aprile 2009
Categoria: Champions League
Argomenti:

1 Commento

  • elisa ha detto:

    ma che bel articolo che hai scritto…….sei propio tagliato per fare il giornalista…..bravo amore!!!

Lascia un commento