La Giornata Tipo della Juventus

Dopo aver presentato la giornata tipo dell’inter e la giornata tipo del Milan, per par condicio ecco anche la giornata tipo in casa Juventus, disponibile in varie versioni … tutte da ridere!

Giornata tipo JuventusGiornata Tipo in Casa Juventus – Versione 1

ORE 7.00: Tutti in piedi al suono del clacson della nuova 500 di Lapo.

ORE 7.05: Scendendo dal letto Zanetti si infortuna al quinto metatarso nel tentativo di infilarsi le pantofole.

ORE 7.15: Trezeguet manda a quel paese il cameriere perchè si è dimenticato di servire a tavola la marmellata di fichi preparata da sua madre. Con le mani gli indica di andare subito a comprarne 15 barattoli.

ORE 8.05: Criscito dichiara alla stampa “Giocavo in Liguria l’anno scorso, Juve o Genoa per me è uguale”.

ORE 8.45: Uscita dall’albergo per recarsi al campo di allenamento. Novembre viene nominato portavoce ufficiale della squadra.

ORE 9.10: Alena telefona a Buffon per chiedergli di sposarla.

ORE 9.26: Zebina si appoggia ad un albero per vomitare le sette capiroske della notte precedente.

ORE 9.58: Tutto è pronto per iniziare la sessione di allenamento delle 10. Criscito si avvicina ai giornalisti presenti e dichiara loro: “Sono Napoletano, Juve o Napoli per me è uguale”.

ORE 10.30: Raggiungendo lo stadio Cobolli Gigli dichiara fiducioso: “Siamo da scudetto”.

ORE 11.25: Durante l’allenamento Trezeguet alza le braccia e rivolgendosi a Ranieri gli promette di segnare 15 reti nella prossima stagione.

ORE 12.05: Termina la sessione di allenamento della mattina. La partitella contro la squadra pulcini del Pinzolo si è conclusa 54 a 1. L’unica rete locale è stata siglata dal bomber di 7 anni De Julis sfuggito alla marcatura di Boumsong.

ORE 12.14: Zanetti accusa uno strappo all’inguine scivolando sulla saponetta di Birindelli sotto la doccia.

ORE 12:30: Ritorno all’albergo. Cobolli è su di giri e dichiara ai microfoni dei quotidiani: “Puntiamo ad un posto in Champions”

ORE 12.32: Zebina passa in farmacia ad acquistare una confezione di Maalox.

ORE 12.38: Alena telefona a Buffon per confermare la data di nozze.

ORE 12.41: Nella hall dell’hotel Criscito confida al cameriere: “Hanno gli stessi colori sociali, Juve o Siena per me è uguale”.

ORE 13.00: Tutti a pranzo. Zebina si fa servire un piatto di riso scondito e un boccale di vodka russa.

ORE 13.12: Con le mani Trezeguet annuncia ai compagni che tra 15 minuti andrà in bagno.

ORE 13.27: Trezeguet va in bagno, seguito da Zebina che si tiene una mano sopra lo stomaco.

ORE 14.00: Tiago, Almiron, Marchisio, Nocerino, Zanetti e Giannichedda si giocano a poker le maglie da titolari.

ORE 14.03: Piccolo e Belardi si giocano a canasta i biglietti per la tribuna Vip della prima gara di campionato.

ORE 14.06: Moggi telefona a Secco per gli auguri di buon onomastico, la telefonata viene intercettata da Tronchetti che telefona a Mancini che telefona a Moratti che telefona a Rossi che telefona a Borrelli che telefona a Beatrice che telefona a Narducci che raccoglie la chiamata registrandola agli atti come “prova nr 1619”.

ORE 14.12: Zanetti si rompe il piede sinistro tagliandosi le unghie.

ORE 14.37: Cobolli chiama la redazione di Tuttosport dichiarandosi certo di un ingresso della Juve tra le prime 5 classificate in campionato.

ORE 14.52: Alena telefona a Buffon per confermare la data della luna di miele.

ORE 14.59: Salihamidzic, Grygera e Andrade discutono di economia in lappone.

ORE 15.31: Criscito rivela a Van Strattan “Rimarrei nella stessa città, Juve o Torino per me è uguale”.

ORE 16.00: Seduta di allenamento pomeridiana. Secco rimprovera ufficialmente Nocerino perché si è tatuato al braccio sinistro il numero di telefono di Corvino.

ORE 16.02: Ranieri spiega a Le Grottaglie i vantaggi di un suo trasferimento all’Atalanta.

ORE 16.18: Trezeguet alza le mani al cielo e indica ai tifosi che 15 di loro devono lasciare lo stadio.

ORE 17.02: Il procuratore di Camoranesi si lamenta con Ranieri perché il suo assistito non deve umiliarsi a disputare una amichevole contro il Roccacannuccia.

ORE 17.52: Zebina viene punito da Ranieri perché nella borraccia del giocatore ha trovato gin invece dell’acqua.

ORE 18.31: Termina la seduta di allenamento. Cobolli galvanizzato dichiara ad una emittente locale: “Possiamo entrare in Champions”.

ORE 18.42: Alena telefona a Buffon per chiedergli un parere sulla scelta delle bomboniere.

ORE 18.44: Zanetti si sloga la mascella mangiando un gelato.

ORE 18.57: Intervistato da un cronista del “Corriere di Pinzolo” Almiron si mette a piangere per l’emozione.

ORE 19.33: Del Piero ruba dal frigo dell’albergo un paio di bottiglie di Uliveto.

ORE 20.00: Tutti a cena. Prima di sedersi a tavola Camoranesi canta l’Inno Nazionale Italiano e Cobolli sviene per l’emozione. Al risveglio si lancia in un canto estasiato: “Vinceremo, vinceremo, vinceremo il tricolor…”.

ORE 21.00: Ranieri concede a tutti qualche ora di libera uscita. Marchisio, Molinaro e Van Strattan ne approfittano per fare un salto al Luna Park difronte mere Zebina chiede un permesso per andare a far visita ad un suo vecchio zio malato di dissenteria da oltre 11 anni che vive a Riccione.

ORE 21.15: Criscito spiega a Blanc: “Nel ’56 giocavano nello stesso campionato, Juve o Barletta per me è uguale”.

ORE 22.38: Trezeguet rientra dalla passeggiata e con le mani indica ad un passante che tra 15 minuti andrà a dormire.

ORE 23.35: Tutti a letto. Nedved spegne il cellulare per evitare le solite telefonate erotiche di Mancini alle 4 di notte.

ORE 23.59: Rientra anche Zalajeta, che si era attardato con Blanc per definire i dettagli del suo trasferimento al Sansepolcro.

ORE 1.27: Alena telefona a Buffon per ricordargli l’appuntamento col prete.

ORE 3.01: Agitandosi nel sonno Zanetti si procura un torcicollo.

ORE 5.11: Si rivede anche Zebina, che si giustifica con il portiere dell’albergo dicendo di essere stato costretto all’autostop dai Carabinieri che gli hanno sequestrato il veicolo all’altezza di Bologna Nord.

Giornata tipo JuveGiornata Tipo Juventus – Versione 2

Ore 8.00: Cobolli: “Competitivi in 5 anni”.

Ore 8.05: Sant’Albano: “3 anni per tornare quelli di una volta”.

Ore 8.10: Buffon: “Resto alla Juve”.

Ore 8.20: Nedved: “C’è la guerra in Iraq, mi ritiro”.

Ore 8.30: Palladino: “Vorrei giocare di più”.

Ore 8.35: Marchisio: “Vorrei restare alla Juve”.

Ore 8.40: Urbano: “Vorrei andare almeno in panchina”.

Ore 8.45: Povia: “Vorrei avere il becco”. Ok, non c’entra con la Juve, ma nemmeno Montali c’azzecca niente nel CDA.

Ore 9.00: Secco: “Vicini a chiudere per Frings”.

Ore 9.01: Il Werder annuncia il rinnovo di Frings.

Ore 9.15: Gigli: “Complimenti all’Inter”.

Ore 9.30: Deschamps: “Non ho preclusioni verso Bojinov”.

Ore 9.31: Bojinov non prende parte agli allenamenti perchè deve portare l’auto del tecnico all’autolavaggio. Assente anche Paro, ospite alla Fiera del Libro.

Ore 9.45: Blanc: “Competitivi in 3 anni”.

Ore 9.50: Kovac infortunato.

Ore 10.00: Tardelli rilascia un’intervista al vetriolo contro Secco.

Ore 10.30: Tardelli smentisce.

Ore 10.40: Cobolli: “Noi siamo simpatici”.

Ore 10.45: Gigli: “Essere simpatici non mi interessa”.

Ore 11.00: Sant’Albano: “Torneremo quelli di una volta in 4 anni”.

Ore 11.20: Buffon: “Resto se si punta allo scudetto subito”.

Ore 11.25: Gigli: “Lo scudetto è un sogno”.

Ore 11.30: Cobolli: “Lo scudetto è un dovere morale”.

Ore 11.35: Deschamps: “Lo scudetto è un’utopia”.

Ore 11.40: Nedved: “Niente scudetto? Mi ritiro”.

Ore 12.00: Legrottaglie: “Guzman mi ha indicato la retta via”.

Ore 12.10: Trezeguet: “Voglio restare alla Juve”.

Ore 12.15: Trezeguet rifiuta il rinnovo contrattuale.

Ore 12.25: Gigli: “Rinnovo i complimenti all’Inter”.

Ore 12.40: Piccolo: “O gioco o me ne vado”.

Ore 13.00: Deschamps: “Ho parlato con Secco, nessun problema con la società, c’è la volontà di confermarmi”.

Ore 13.05: Secco contatta telefonicamente Lippi per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.10: Secco contatta telefonicamente Prandelli per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.15: Secco contatta telefonicamente Rossi per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.20: Secco contatta telefonicamente Colantuono per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.25: Secco contatta telefonicamente Iachini per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.30: Secco contatta telefonicamente Guidolin per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.35: Secco contatta telefonicamente Mazzarri per proporgli la  panchina della Juve.

Ore 13.40: Secco contatta telefonicamente Spalletti per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.45: Secco contatta telefonicamente De Canio per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.50: Secco contatta telefonicamente Ivo Iaconi per proporgli la panchina della Juve.

Ore 13.55: Secco contatta telefonicamente Iachini per proporgli la panchina della Juve.

Ore 14.00: Secco contatta telefonicamente Gigi Simoni per proporgli la panchina della Juve.

Ore 14.05: Secco contatta telefonicamente Rumignani per proporgli la panchina della Juve.

Ore 14.10: Secco contatta telefonicamente Arrigoni per proporgli la panchina della Juve.

Ore 14.15: Secco contatta telefonicamente De Biasi per proporgli la panchina della Juve.

Ore 14.30: Secco: “Deschamps resta, mai contatto nessuno per sostituirlo”.

Ore 14.45: Consegnato un fascicolo sulla Juve alla Procura di Napoli.

Ore 14.50: Borrelli annuncia l’apertura di un’inchiesta sulla Juve sulla base di intercettazioni telefoniche di Secco.

Ore 14.55: Secco si discolpa: “Io chiamavo la mamma”.

Ore 15.00: Cobolli sulla nuova inchiesta: “Lotteremo in tutte le sedi per difendere la Juve”

Ore 15.01: Del Piero: “Io questa frase l’ho già sentita”.

Ore 15.02: Nedved: “Pure io, basta, mi ritiro”.

Ore 15.20: Buffon: “Resto se c’è un progetto serio”.

Ore 15.30: Deschamps ribadisce: “Nessun problema con Bojinov”.

Ore 15.31: Bojinov non partecipa all’allenamento pomeridano in quanto deve portare a passeggio il cane del tecnico di Bayonne. Assente anche Paro, ospite da qualche parte.

Ore 15.40: Cobolli sul nuovo processo a danno della Juve: “Tranquilli, assumeremo il miglior avvocato possibile”.

Ore 15.45: Zaccone nominato da Gigli difensore della Juve nel nuovo processo.

Ore 15.45: Blanc: “40 milioni per il mercato”.

Ore 15.55: Sant’Albano: “I 105 milioni saranno investiti per rafforzare la squadra”.

Ore 16.10: Zanetti infortunato.

Ore 16.15: Nedved subisce un colpo in allenamento: “Mi ritiro”.

Ore 16.30: Secco: “Parlo con Moggi”.

Ore 16.35: Cobolli: “Moggi? Mai sentito”.

Ore 16.45: Secco: “Vicini a chiudere per Iaquinta”.

Ore 16.46: Iaquinta al Milan.

Ore 17.00: Il procuratore di Deschamps: “Deschamps non gode della fiducia della società”.

Ore 17.30: Cobolli torna a parlare del nuovo processo: “Disposti a tutti per la Juve, andremo anche al TAR se necessario”.

Ore 17.35: Gigli: “Non andremo al TAR”.

Ore 17.50: Cobolli: “Questa stagione in B è un bagno di umiltà, redimeremo tutti i nostri peccati”.

Ore 18.00: Legrottaglie: “Amen”.

Ore 18.10: Buffon: “Resto alla Juve se avrò le motivazioni giuste”.

Ore 18.20: Montali: “Ci penso io a motivare Buffon. Sono nel CDA per questo… O no?”.

Ore 18.35: Secco: “Siamo ad un passo da Almiron”.

Ore 18.36: Almiron al Manchester United.

Ore 18.55: Belardi: “O gioco, o me ne vado”.

Ore 19.10: Sant’Albano: “Competitivi sin da subito”.

Ore 19.15: Cobolli: “Non conosco manco ‘sto Sant’Albano”.

Ore 19.30: Secco: “Vicini a Mazuch”.

Ore 19.31: Cobolli: “Mazuch? Non lo conosco”.

Ore 19.32: Mazuch alla Fiorentina.

Ore 19.45: Buffon: “Resto alla Juve al 50%”.

Ore 19.55: Sant’Albano: “Competitivi in 2/3 anni”.

Ore 20.00: Tutti a cena, tranne Bojinov, costretto da DD a fare da cameriere.

Ore 20.45: Cobolli: “Niente di importante da dire, ma non facevo sentire la mia voce da più di un’ora”.

Ore 21.00: Buffon: “Forse resto, forse me ne vado”.

Ore 21.15: Nedved: “Mi sono andati a traverso i cetriolini, ho una certà età, mi ritiro”.

Ore 21.30: Secco: “E’ fatta per Mavuba”.

Ore 21.31: Mavuba rinnova con il Bordeaux.

Ore 21.45: Blanc: “Deschamps resta”.

Ore 21.50: Cobolli: “Deschamps è confermato”.

Ore 21.55 fino alle 23.00: Secco riprende il suo giro di telefonate.

Ore 22.10: Paro: “Non sono io ad essere lento, sono gli altri che corrono di più”.

Ore 22.20: Legrottaglie: “Ho visto la luce grazie a Guzman”.

Ore 22.30: Buffon: “Non parlo del mio futuro”.

Ore 22.45: Cobolli: “Potevamo finire in C, abbiamo fatto il possibile”.

Ore 22.50: Gigli: “Nessun illecito, è stato un processo farsa”.

Ore 23.05: Secco: “Deschamps confermatissimo, nessun dubbio a riguardo”.

Ore 23.15: Secco: “Stiamo trattando Chivu”.

Ore 23.16: Chivu: “Mai alla Juve”.

Ore 23.20: Secco: “Vado a letto, meglio”.

Ore 23.25: Cobolli: “Buonanotte a tutti”.

Ore 23.30: Gigli: “Buonanotte a tutti e complimenti all’Inter”.

Ore 23.35: Buffon: “‘Notte, forse resto alla Juve pure l’anno prossimo”.

Ore 23.40: Paro: “Io sarebbe ora che mi svegliassi”.

Ore 23.41: Palladino: “Pure io”.

Ore 23.45: Nedved: “Vado a letto, ho i reumatismi, mi ritiro”.

Ore 23.48: Blanc: “Vado a letto, mi risveglierò tra 4 anni, quando saremo di nuovo competitivi”.

Ore 23.55: Kovac si infortuna nel tentavo di coricarsi a letto.

Ore 23.59: Chiude la giornata Deschamps: “Buonanotte a tutti, tranne che a Bojinov”.

Giornata tipo in casa JuventusGiornata Tipo Juve – Versione 3

Ore 7.00: Trefoloni esce di soppiatto dalla camera di Del Piero ma dimentica le mutande.

Ore 8.00: Per la colazione lo staff medico prepara la prima dose di anfetamine ed ormoni della crescita.

Ore 9.00: Buffon tenta il suicidio annusando le ascelle di Chiellini. La depressione viene curata dal medico con una pista di coca.

Ore 10.00: Arriva Moggi per incassare i soldi della coca.

ore 10.30 tutti i giocatori, lo staff, e la dirigenza si recano in sala TV per vedere il cartoon LUPIN III .

Ore 11.00: Arriva l’ora della tattica : tutti davanti alla lavagna ad ascoltare le strategie di Vallanzasca

Ore 12.00: Tutti a pappa! Il medico distribuisce capsule azzurre e nere spacciandole per lassativi.( Anche Guarinello ci crede ! )

0re 14.00 Tutti sul campo per l’inizio dell’allenamento atletico. Poulsen si infortuna scendendo dalla macchina.

Ore 15.00: Nedved fa il quarto figlio.

Ore 16.00: Ranieri si sveglia e fa colazione.

ore 16.30 : Montezemolo compra la TOYOTA.

Ore 17.00: Lapo si toglie i tacchi a spillo di Treseguez che reclama.

Ore 18.00: Giraudo viene visto barare giocando al solitario.

Ore 18.30:La squadra inizia l’allenamento con la palla … al piede !

Ore 19.00 : Tutti davanti alla TV per vedere quanti punti di penalizzazione hanno preso .

Ore 20.00 : Tutti al corso di cucito facente parte della terapia psicologica. Buffon attacca storto il suo scudetto e cade in depressione. Moggi interviene con la medicina.

Ore 21.00 : Moggi – Giraudo – Blanc – Gigli giocano a ASSO PIGLIA TUTTO.

Ore 24.00 : Torino dorme, Milano dorme, Cuneo dorme , IL POPOLO BIANCONERO SOGNA !




Articolo scritto da: ErrePi
Pubblicato il: 2 febbraio 2009
Categoria: Calcio News
Argomenti:

Lascia un commento