Botti Capodanno 2009: A Napoli Esplode A Capa ‘E Lavezzi

E’ davvero un periodo d’oro per l’attaccante argentino del Napoli Ezequiel Lavezzi. Dopo le canzoni a lui dedicate, ecco anche un botto di capodanno. Un onore che non viene concesso a tutti, quello di portare il nome di un botto napoletano, ma solo ai grandi campioni.

In tanti pensano che Lavezzi sia l’erede di Maradona. E proprio come Maradona, anche Lavezzi ha il suo botto di capodanno!

Dopo la “Bomba di Maradona”, ecco “A capa ‘e Lavezzi“, cioè “La testa di Lavezzi”, il botto più pericoloso e ricercato a Napoli nel mercato clandestino dei fuochi pirotecnici. Si tratta di una miscela di polvere pirica capace di provocare una detonazione da bomba e di uccidere chi fosse investito dall’esplosione. Il costo della “testa di Lavezzi” può arrivare anche a più di 300 euro.

Insomma, in attesa di prendere l’eredità di Maradona nella nazionale argentina, El Pocho Lavezzi diventa erede di Maradona nei botti di capodanno.




Articolo scritto da: ErrePi
Pubblicato il: 30 dicembre 2008
Categoria: Calcio News
Argomenti: , ,

Lascia un commento