Champions: Juve Reale, Amarezza Fiorentina

Uefa Champions LeagueSerata indimenticabile per la Juve di Ranieri che espugna il Santiago Bernabeu con un rotondo 2-0.

Mattatore della serata è stato il solito Alex Del Piero che non era mai riuscito a segnare in questo stadio. Parte forte la juve che al 17 minuto passa in vantaggio.

Il capitano bianconero riceve palla al limite dell’area di rigore e trafigge Casillas con un preciso rasoterra che si insacca nell’angolo basso.

Il Real non ci sta e si butta alla ricerca del pareggio senza fortuna. Nella prima frazione il risultato non cambia.

Dopo la pausa la squadra di Schuster torna in campo decisa a riequilibrare le sorti della gara. La juve contiene e lascia sfuriare un Real impreciso come raramente accade di vedere in casa. Drenthe, che ha preso il posto di Robben, infortunatosi nel riscaldamento non è all’altezza e Ramos sulla fascia sbaglia più di un cross. Proteste blancos sia su un intervento deciso di Chiellini su Van Nistelrooy, seguito dopo un paio di minuti da un intervento dubbio di Legrottaglie su Raul. Il difensore bianconero si appoggia sull’attaccante sblilanciandolo . L’arbitro però lascia correre.

Al 66′ Cannavaro commette un fallo a ridosso dell’aria di rigore. Punizione per la Juve. Sul pallone va come di consueto Del piero che disegna una splendida traiettoria a scendere che inganna Casillas e porta la partita sul risultato di 2-0.

Vani gli sforzi del Real di riaprire la partita. La juve tiene fino al 90 e conquista un’importantissima vittoria che la fa balzare al primo posto nel proprio girone con 10 punti. Il real resta invece a quota 6.

I blancos vengono adesso avvicinati dallo Zenit di S.Pietroburgo che risorge e conquista la prima vittoria in Champions ai danni del Bate Borisov. La squadra di Advocaat liquida la pratica Borisov con un goal per tempo. Nella prima frazione va a segno Pogrebnyak. Nella ripresa, in pieno recupero Danny chiude l’incontro. Russi a quota 4. Chiude il girone il borisov con 2 punti.

Serata amara, invece, quella della Fiorentina che viene bloccata in casa dal Bayern Monaco sul punteggio di 1-1.

In attacco torna la coppia Gilardino-Mutu ed è proprio il romeno a portare i viola in vantaggio al 10′. Gran discesa sulla fascia di Zauri che mette in mezzo all’area di rigore. Gilardino corregge per Mutu che insacca.

La Fiorentina fà la partita ma non concretizza. L’unico squillo dalle parti di frey arriva al 41′ con una conclusione ravvicinata di schweisteiger che termina di poco a lato. Nella seconda frazione il copione non cambia . Fiorentina compatta e ordinata che non lascia spazi agli avversari ma che come nel primo tempo commette l’errore di non concretizzare la superiorità.

Così al 78 il Bayern pareggia. Passaggio filtrante in area di rigore che trova Borowski libero di battere un incolpevole Frey. Il tempo di reagire ci sarebbe ma non la testa. I viola perdono lucidità e non riescono a costruire nemmeno un palla goal fino al fischio finale.

Nell’altro incontro del gruppo F il lione ha battuto 2-0 la Steaua di Bucarest con goal di Juninho e Reveillere. Girone guidato dalla coppia Bayern-Lione con 8 punti. Fiorentina con 3 punti e 2 per i romeni. Il sogno degli ottavi sempre più lontano per la squadra di Prandelli.

Nel gruppo E il Manchester fatica a Glasgow contro il Celtic. Squadra di casa che passa in vantaggio con Mcdonald con un preciso pallonetto a beffare Van der sar. A pareggiare i conti ci pensa Giggs al 84′.

Finisce in parità anche la sfida tra Aalborg e Villareal. Spagnoli in vantaggio con il solito Giuseppe Rossi al 41′. Nella ripresa l’Aalborg pareggia con Curth al 54. Ospiti nuovamente in vantaggio al 75 con Franco. all’85 Due fissa il punteggio sul definitivo 2-2. In classifica Manchester e villareal a quota 8. Celtic e Aalborg a quota 2.

Nel gruppo G pareggio a reti inviolate tra Arsenal e Fenerbahce. Nell’altra sfida il Porto espugna il lobanovsky Dynamo stadium di Kiev con il punteggio di 2-1. La Dinamo Kiev passa in vantaggio con Milevskiy al 21. Il pareggio dei portoghesi arriva al 69 con Rolando. Il goal vittoria è segnato al 92 da Lucho Gonzàlez. In classifica l\’arsenal sale a quota 8. 6 punti per il porto. Seguito dalla dinamo kiev a quota 5. chiude il girone il fenerbahce con 2 punti.




Articolo scritto da: Cassese Aniello
Pubblicato il: 6 novembre 2008
Categoria: Champions League
Argomenti: , , , , , , , , , ,

Lascia un commento