Serata di Champions: Bene La Roma, Pari Inter

Champions League 2008-09Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Roma batte il Chelsea per 3-1 e si porta a 6 punti nel girone ad una sola lunghezza dai blues che lo guidano. Prova convincente per i giallorossi che sbloccano il risultato al 33 con Panucci, abile a prendere il tempo all’intera difesa avversaria, su cross invitante di Cicinho.

Poi al 48 e al 58 la doppietta di Vucinic porta a 3 lo score dei padroni di casa. Al 75 minuto il Chelsea accorcia le distanze con un tiro ravvicinato di Terry, in posizione dubbia.

Ma la squadra di Scolari non è in serata e l’espulsione di Deco all’80 pone di fatto fine alla partita, con la Roma che controlla, senza particolari problemi, fino al fischio finale.

L’altra partita del girone vede i francesi del Bordeaux imporsi sul campo del Cluji col punteggio di 2-1. Apre Gourcuff al 6. Pareggio di Dani al 9. Goal partita di Wendel al 38 minuto.

I francesi salgono a 6 punti insieme alla Roma. Resta, invece, a 4 punti la squadra di Trombetta.

Non riesce a centrare la vittoria invece l’Inter che in cipro viene fermato dall’ Anorthosis. Partono bene gli uomini di Mourinho che dopo 13 minuti sono già in vantaggio: il portiere cipriota respinge una punizione di Ibrahimovic che Balotelli è pronto a ribadire in rete. Strada in discesa per i nerazzurri che però si complicano la vita.

Al 31 infatti, un’incomprensione Burdisso-Julio Cesar regala il facile pareggio a Bardon che insacca a porta vuota. L’inter non ci sta e si riporta in vantaggio al 44 con Materazzi che, di testa, insacca su calcio d’angolo battuto da Balotelli.

Ma nel minuto di recupero della prima frazione di gioco, Panagi riporta la sfida in parità. Nella ripresa un galvanizzato anorthosis trova addirittura il vantaggio al 50 con Frousos che punisce nuovamente un indeciso Burdisso.

L’Inter reagisce. Attacca a testa bassa ma rischia addirittura di subire il quarto goal da un anorthosis bravo a chiudere ed ripartire in contropiede. Ma all’80 Cruz agguanta il pareggio con un bel colpo di testa ad anticipare il portiere.

I ragazzi di Mourinho si buttano ancora avanti nei minuti finali e protestano per un probabile goal di Cambiasso. Il pallone colpito di testa dal centrocampista argentino sembra infatti aver varcato la linea di porta prima della respinta del portiere. I dubbi restano. Finisce 3-3.

L\’inter guida sempre il girone con 8 punti. Segue proprio l’Anorthosis con 5 punti, sempre più sospresa del gruppo.

Nell’altra sfida del girone il Werder Brema affonda in casa contro il Panathinaikos che si impone con un secco 3-0. Di Mantzios, Karagounis e Tziolis le marcature che hanno deciso l’incontro, tutte nella ripresa. Greci che salgono a 4 punti solo uno in meno dell\’anorthosis che occupa la seconda posizione. Cammino compromesso per i tedeschi che chiudono con 3 punti.

Nel gruppo C il Barcellona viene fermato al Nou camp dal Basilea sull’1-1. Di Messi per i padroni di casa e Derdiyok nel finale le segnature. Nell’altra partita lo Sporting Lisbona batte di misura lo Shakhtar Donetsk con goal di Derlei nella ripresa. In classifica barcellona e sporting fanno il vuoto rispettivamente con 10 e 9 punti. Shakhtar a 3 punti e basilea 1.

Nel groppo D il Liverpool pareggia di rimonta contro l’Atletico Madrid che passa in vantaggio con Rodriguèz al 37. Pareggia su rigore Gerrard al 95. Nell’altra partita il Marsiglia ha battuto con un netto 3-0 il Psv Eindhoven con goal di Konè nella prima frazione e doppio Niang nella ripresa. il girone è giudato da Liverpool e atletico madrid entrambe a 8 punti. Marsiglia che con questa vittoria raggiunge a quota 3 l’Eindhoven.




Articolo scritto da: Cassese Aniello
Pubblicato il: 5 novembre 2008
Categoria: Champions League
Argomenti: , , , , , , , , , , , , ,

2 Commenti

  • Luckigno ha detto:

    La Roma ha finalmente mostrato il carattere…forse il gioco spumeggiante ancora non c’è ma era importante dare una dimostrazione di forza e di orgoglio e quella sicuramente c’è stata…sull’inter invece dico che primo o poi si rimpiangerà Mancini…

  • nello ha detto:

    La roma ieri sera si è sicuramente resa autrice di una prova quanto mai convincente… ma la rinascita passa attraverso una continuità che la squadra deve ancora acquisire.. sabato sera per la squadra di spalletti ci sarà la prova della verità.. per quanto riguarda mourinho beh le sue squadre non si sono mai contraddistinte per un gioco frizzante e spumeggiante ma piuttosto per i risultati che è sempre riuscito a conseguire.. le statistiche dicono che ogni 2 competizioni che affronta mourinho ne vince 1… mica male..la sua forza è nella tenuta mentale della squadra.. è un vero leader.. e alla fine avrà avuto ragione moratti che lo ha voluto a milano..

Lascia un commento