Il Re o la Regina

Solo poche ore e qualche altra emozione poi la cinquantottesima edizione del Sanremo darà il nome del vincitore e proclamerà il re o la regina della musica italiana. Sentire il popolo che fa nomi su questo festival è un pò da sentire i brividi anche perchè non è stato molto guardato e quindi si dicono nomi a caso senza neanche conoscere il vero significato delle parole. Ieri i premi dei giovani sono andati a Frankhead e soprattutto ai vincitori i Sonhora che hanno totalizzato un bel album orecchiabile.

La finale di Sanremo, comunque, non toglie audience alla grande serie A di questa 7 giornata di ritorno che dichiara, dopo lo scontro diretto di mercoledì contro la Roma, regina del campionato l’Inter. La squadra di Mancini è riuscita con un goal di Javier Zanetti ha fermare la Roma che credeva di vincere a San Siro come l’anno scorso e ridurre i punti.

Nel posticipo di domenica 2 marzo l’Inter se la vedrà contro il Napoli di Reja che è anch’esso in crisi come l’attacco dei nerazzurri. Infatti i problemi nelle ultime giornate sono stati proprio lì in attacco dove entrambe hanno segnato lo stretto necessario per prendere qualche punto. La partita del San Paolo domani sera sarà bellissima e se gli attacchi, specialmente quello partenopeo, funzionerà se ne vedranno delle belle. Reja recupera Zalayeta dopo la squalifica però perde di nuovo Domizzi secondo cartellino rosso consecutivo e ciò da segno che la difesa napoletana già con qualche mese in anticipo è in vacanza. Comunque contro le grandi il Napoli sa cacciare sempre le unghie e sa lottare proprio come abbiamo visto all’andata quando ottenne 4 punti durante le 4 giornate difficili che il campionato le ha proposto.

Oggi invece alle 18 ci sarà la Roma che spera di accorciare il divario di punti con i nerazzurri e anche di fortificare il secondo posto in vista della prossima Champions dove anche la Juventus ci vorrà essere.

I bianconeri attenderanno una loro diretta avversaria e cioè la Fiorentina di Prandelli che non vede l’ora di vincere uno scontro diretto con le prime dieci squadre della serie A. Prandelli giocherà con Mutu e Papa Waigo che ha salvato i toscani da una brutto pareggio di mercoledì contro il Livorno, mentre Ranieri cercherà di far giocare di nuovo il tridente Trezeguet, Del Piero e Iaquinta anche se le speranze sono poche e invece a centrocampo senza Zanetti potrebbe giocare di nuovo e definitivamente il malese Sissoko.

La sera di questo sabato 1 marzo, il posticipo sarà affidato a Milan e Lazio dove Ancelotti vuole tornare alla vittoria al più presto perchè vuole cercare di archiviare il quarto posto. Mercoledì la squadra di Prandelli ha preso di nuovo il sopravvento, ma 2 punti non sono impossibili anche quando quella che ti sta davanti si deve scontrare con la terza in classifica. Sicuramente per i diavoli rossoneri tutte le energie saranno  impegnate per pensare all’Arsenal in Champions, ma la Lazio va domata e anche se non servirà fare turn over comunque il tecnico romagnolo mischierà le carte.

La giornata di domenica pomeriggio propone anche lo scontro per l’Uefa e quello per non retrocedere. Nel primo ci sono gli scontri come quello fra  Udinese-Atalanta in cui i friuliani cercano di avvicinarsi di nuovo alla Champions, ma in realtà è soltanto voglia di fortificare il sesto posto e non perdere neanche l’Uefa che sembra a portata di mano.

Anche gli orobici possono sperare per il sesto posto anche se sarà difficile perchè lì ambiscono anche la grande Samp che sfiderà in casa un Torino che viene da quattro risultati utili consecutivi e pian piano si sta allontanando sempre più dalla zona retrocessione e poi anche il Genoa che gioca a Cagliari e una sua vittoria e contemporaneamente un risultato negativo di Udinese e Samp proietterrebbe il Genoa verso la zona agognata.

In questa speciale classifica c’è anche il Palermo di Guidolin che potrebbe scalare la classifica vincendo a Reggio Calabria. La squadra di Guidolin viene da una bella partita contro l’Empoli e la bella prestazione contro il Milan domenica scorsa e quindi il successo contro gli amaranto potrebbe dare più continuità ai rosanero.

Nella zona retrocessione due partite da scontro diretto ci sono come Empoli-SienaLivorno-Catania. Nella prima la squadra di Malesani sta facendo molto bene nelle ultime giornata e quindi nel derby si cercherà di mandare all’inferno il Siena di Berretta che pure ultimamente sta mostrando ottimo gioco. La seconda partita, invece, mette davanti al Livorno di Camolese, che sta ritornando di nuovo nella zona rossa, il Catania di Baldini che non vince fuori casa da molto tempo e anch’esso risucchiato nel baratro.

Insomma, se a Sanremo si suona e si canta anche in questa giornata di campionato le squadre se la daranno di santa ragione.

Ritornando a Sanremo vorrei concludere quest’articolo facendo un grande augurio di bocca a lupo ai Southwave, un piccolo gruppo con grandi speranze, il cui nome salga al più presto nei grandi palcoscenici come questo ligure.




Articolo scritto da: Marco Stiletti
Pubblicato il: 1 marzo 2008
Categoria: Serie A

1 Commento

  • alessio ha detto:

    bianconeri attenderanno una loro diretta avversaria e cioè la Fiorentina di Prandelli che non vede l’ora di vincere uno scontro diretto con le prime dieci squadre della serie A. Prandelli giocherà con Mutu e Papa Waigo che ha salvato i toscani da una brutto pareggio di mercoledì contro il Livorno, mentre Ranieri cercherà di far giocare di nuovo il tridente Trezeguet, Del Piero e Iaquinta anche se le speranze sono poche e invece a centrocampo senza Zanetti potrebbe giocare di nuovo e definitivamente il malese Sissoko.

Lascia un commento