Il Ritorno della Champions League!

La Coppa dei Campioni era da dicembre che non calcava gli stadi d’Europa. C’eravamo lasciati con la qualificazione delle milanesi e la Roma e con l’eliminazione della Lazio. Ora le tre compagini italiane si trovano ad affrontare tre finali.

Infatti, il Real proverà ad eliminare l’altra romana, la Roma, che stasera alle 20:30 giocherà un grande anticipo. Spalletti ha a disposizione Mexes e può contare su  Totti che proverà a segnare anche sull’Olimpico di Torino. Dall’altro canto Ranieri non prova come all’andata il tridente Del Piero – Iaquinta – Trezeguet, ma lo inserisce come normale abitudine facendo esordire a centrocampo anche Sissoko.

Il Liverpool, invece, incontrerà l’Inter in una sfida classica della Champions, ma prima la squadra di Mancini deve superare il Livorno capace mercoledì di guadagnare il punto a Milano contro i rossoneri. Per Mancini c’è anche il tentativo di distruggere la scaramanzia che lo vide l’anno scorso incontrare lo stesso Livorno prima di perdere la doppia sfida con il Valencia, ma ora certamente dovrà essere tutto diverso perchè ci si deve essere almeno tra le prime 4 se si ha una squadra ammazza campionato.

Il Milan, dopo perso Ronaldo per brutto infortunio anche per la partita contro i gunners dell’ Arsenal, prova
in questo weekend a scavalcare la Fiorentina di Prandelli per il quarto posto. Non ci sono i brasiliani e
Inzaghi
serve per la Champions, la partita di Parma se la giocherà lì davanti sicuramente Gilardino con il modulo ad albero di Natale e forse anche Paloschi se nella ripresa si stravolge un pò il modulo.

Dopo questo super sabato di anticipi, la  domenica sarà contrassegnata dal nuovo ritorno di Genoa-Samp il derby della lanterna dove entrambe le formazioni sono in forma soprattutto se giocano a Marassi. Questo sarà il derby di Cassano che all’andata non giocò, quello di Borriello da titolare e soprattutto del vero spettacolo che all’andata si vide poco in quel posticipo domenicale lugubre.

Fiorentina-Catania vede la squadra di Prandelli conquistare a forza i tre punti se vogliono sognare in quanto, Champions a parte, i rossoneri se vincono a Parma non troveranno in seguito grande difficoltà nel mantenerlo come già hanno fatto l’anno scorso. I violano giungono alla sfida contro il Catania con una bella vittoria in Uefa contro i norvergesi del Rosenborg e soprattutto con un gradito ritorno dopo l’infortunio e cioè di Adrian Mutu che giovedì già è andato a segno.

La Lazio e il Napoli cercheranno la vittoria rispettivamente in casa contro Atalanta ed Empoli per risalire un pò la china. Il Napoli di Reja almeno vuole arrivare, come sempre dice il presidente De Laurentiis, almeno al nono, decimo posto e cioè nelle zone Intertoto per vedere se si può partecipare. Reja recupera Cannavaro a difesa e cercherà di farlo giocare insieme a SantaCroce autore di una buona prova contro la Samp e a centrocampo ancora fiducia a Mannini e Pazienza con l’appoggio di Gargano come domenica. In attacco fiducia sempre al tandem Lavezzi Zalayeta.

La Lazio di Delio Rossi è più pericolante rispetto a quella partenopea perchè è a soli 5 punti dalla zona retrocessione e vuole finalmente trovare la serie giusta per totalizzare le serie positive di vittorie.

Reggina-Udinese e Siena-Torino chiudono la giornata e a Reggio Calabria l’Udinese cercherà ai danni dei calabresi con il suo tridente napoletano di agganciare il treno Champions perso da un pò di giornate a questa parte. Il Torino su un campo difficile ed ostico cercherà la terza vittoria consecutiva, invece il Siena dopo la sconfitta di San Siro vuole tornare alla striscia positiva che l’ha caratterizzata un pò di giornate fa.

Insomma se di domenica non c’è posticipo serale lo spettacolo è tutto riservato al sabato o meglio al super sabato!




Articolo scritto da: Marco Stiletti
Pubblicato il: 16 febbraio 2008
Categoria: Champions League, Serie A

Lascia un commento