I Telegatti e gli Awards!

Durante questa settimana, prima con martedì poi con venerdì, abbiamo assistito a due trasmissioni che regalano complimenti e soddisfazioni.

Queste, certamente, sono la notte dei Telegatti, che ha visto trionfare Gennaro Gattuso come miglior giocatore televisivo dell’anno.

L’altra, invece, è stata la cerimonia dei premi Awards che ha riconosciuto la trasmissione “Mondo Goal” di Stefano De Grandis e di Fabio Caressa la migliore anche sul piano ironico di tutto il palinsesto Sky.

Tra cerimonie e personaggi dello spettacolo vari c’è sempre un weekend ricco di sport che propone si i cosiddetti manichini da spettacolo, ma anche bravi giocatori che vogliono assurgere alla ribalta e diventare grandi nel loro campo.

Il weekend, per quanto riguarda la A, comincia con un anticipo che vede il Siena impegnato in un campo difficile quale esso sia quello di Genoa contro una temibile Samp che non conosce sconfitta da parecchio tempo sul campo di Marassi. Occhio al Siena, però, che sette giorni fa ha fatto il colpaccio a Palermo e in questo mercato di Gennaio si è rinforzata molto e vuole così conquistare anche lei la permanenza in A.

Alle 20:30, invece, all’Olimpico di Roma c’è Roma-Palermo dove torna il capitano Francesco Totti per dare ancora più carica in attesa che l’Inter perda qualche punto proprio nel campo della sua bestia nera e cioè l’Udinese. Guidolin perde da due turni consecutivi e almeno un pareggio in terra laziale sarebbe oro che non gli farebbe cadere addosso tutte le critiche come un anno fa. Non ci sono assenti nelle formazioni di entrambe le squadre e quindi daranno veramente spettacolo.

Questa parola risuonerà anche domenica dove l’ Inter patrona assoluto farà visita ad un’ammazzagrandi come l’ Udinese, che quest’anno ha perso solo con il Milan allo scadere e che all’andata beffò i nerazzurri proprio negli ultimi minuti in un punto storico. Mancini recupera a pieno Stankovic che dovrebbe giocare in coppia con Maniche e Cambiasso a centrocampo e in attacco ritorna la coppia Ibrahimovic-Cruz che insieme ha segnato ben 32 goal. Dall’altra parte Marino non vuole rischiare e piazzerà una difesa ben fortificata proprio per bloccare le scorribande di Cesar e Maicon.

La rivale dell’Udinese, la Fiorentina è di scena nel derby ad Empoli e qui cercherà di scavalcare i fruliani per arrivare all’agognato quarto posto per la Champions. Prandelli vuole vincere anche per prendersi una soddisfazione con la Juve che non è così inattaccabile di quanto vuole far vedere. Malesani, invece, spera in una vittoria contro i viola per far togliere dal penultimo posto un Empoli sempre più il gemello cattivo dell’anno scorso.

Il Napoli insieme al suo allenatore Reja sta vivendo un periodo di crisi che forse con l’acquisto del centrocampista Mannini e la partita con l’ultima in classifica potrebbe dare un pò di slancio ai partenopei. I giocatori di Reja, in questo periodo, hanno bisogno anche di molta fortuna in quanto più di 30 tra pali e traversa la palla non riesce a girare come dovrebbe. Senza Gargano squalificato il suo posto lo potrebbe prendere proprio Mannini, mentre in attacco ritorna la coppia Zalayeta – Lavezzi, ma il Cagliari non ci sta a perdere e proprio contro il Napoli vorrebbe conquistare di nuovo una vittoria che manca da Ottobre in casa rossoblu.

Il Milan, invece, ha una partita difficile quando l’avversario si chiama Genoa in quanto non per le difficoltà sportive, ma per il ricordo di Spagnolo, un ragazzo che fu accoltellato 10 anni fa fuori al Marassi di Genoa. Anche se ci sarà sempre questo ricordo triste le squadre comunque daranno spettacolo perchè Ancelotti vuole ritornare a vincere dopo la sosta di mercoledì a Bergamo. In porta dovrebbe giocare sempre Kalac, tranne un salvo recupero di Dida all’ultimo, mentre in attacco forse si ritornerà allo schema ad albero di Natale con Gilardino da solo in avanti e con Pato e Ronaldo che potrebbero supportarlo nella ripresa. Gasperini si aspetta un risultato positivo dai suoi perchè vuole continuare la striscia di risultati positivi intrapresa prima di Natale.

Atalanta-Reggina, Torino-Lazio e Catania-Parma sono partite che ormai interessano alla lotta per la retrocessione e saranno comunque belle da vedere soprattutto quella tra i granata e i laziali che si trovanno in una situazione di crisi, ma con qualche acquisto in più come Rolando Bianchi che è andato alla Lazio.

In serata il posticipo sarà Livorno-Juventus dove i bianconeri hanno assolutamente bisogno di vincere per non farsi raggiungere nella zona Champions del terzo posto. Tanti assenti in casa bianconera come Camoranesi e quindi proprio l’assenza nell centrocampo di alcuni uomini ha fatto si che si notasse questa lentezza nell’impostazione. Camolese, che 5 anni fa, fermò la vecchia signora ci vuole provare di nuovo, ma questa volta a Livorno in uno stadio non troppo amico come lo era quello dell’Alpi. In attacco Camolese ripropone sempre Tavano, ma questa volta affiancato da Bogdani che ha giocato discretamente nel derby di sette giorni fa contro l’Empoli.

Insomma per una volta premi e contro premi si lasceranno a casa perchè solo la vittoria determinerà il fascino, il carisma delle squadre e non un gatto o una coppa d’oro!




Articolo scritto da: Marco Stiletti
Pubblicato il: 26 gennaio 2008
Categoria: Serie A

Lascia un commento