Derby d’Italia: spettacolo anche in coppa

Partita d’andata dei quarti di finale di coppa italia.

Allo stadio San Siro scendono in campo Inter e Juventus, due squadre che in qualsiasi competizione si affrontano assicurano un match combattuto con gol e divertimento. Cosi è stato anche nella partita di ieri sera.

Nonostante il numero non elevato di tifosi e nonostante la serata fredda, c’ha pensato subito l’arbitro Farina ad accendere la partita al minuto 8 espellendo Burdisso, reo di aver commesso un fallo da ultimo uomo su Del Piero.

E proprio quando la squadra di Mancini sembra dover subire il gioco della Juve il “dieci” nerazzurro invece prende in mano la partita. Contiene le azioni di una Juve non molto pretenziosa, non abbassa il centrocampo e soprattutto (scelta coraggiosa del “Mancio”) rimane con due punte.

Il primo tempo si chiude sullo 0 a 0 ma l’inizio della ripresa è tutto di marca Inter. Ci pensa Julio Ricardo Cruz (al suo primo gettone in Coppa Italia) a trafiggere all’8′ e al 28′ la difesa bianconera. La prima marcatura è frutto di un ottimo pallonetto di Pelè (gran prestazione la sua, ha lottato su ogni pallone dimostrando anche qualità oltre che quantità) che trova la punta argentina, la seconda è merito di un’azione di Cesar che sfonda sulla destra e con un cross calibrato consegna a “El Jardinero” un pallone da spedire in rete.

In entrambe le occasioni Belardi ha dimostrato di non essere al calibro di Buffon mentre nell’area opposta un Toldo pimpante si è opposto bene alle conclusioni bianconere.

L’ultimo quarto d’ora del match è di marca Juventina. L’inter in dieci inizia a sentire la stanchezza e inoltre Materazzi al 33′ è costretto ad abbandonare il gioco causa infortunio. Nell’azione successiva con l’Inter in nove la Juve trova il 2 a 1 con un gran gol di Del piero che dà la carica alla squadra di mister Ranieri.

Entra Viera (un ex della partita) al posto di Materazzi ma l’Inter è ormai spenta mentre la Juve esprime buon gioco. La perseveranza bianconera è premiata al 39′ da Boumsong, entrato al posto di Birindelli, che con una zuccata riporta il risultato in parità segnando molto probabilmente il suo ultimo gol con la maglia della Juve.

Finisce 2 a 2. Pareggio spettacolare e qualificazione in bilico per entrambe le squadre.

Il “secondo round” tra una settimana a Torino.




Articolo scritto da: Antonio Cerrato
Pubblicato il: 24 gennaio 2008
Categoria: Coppa Italia
Argomenti:

Lascia un commento