Si ricomincia!

E’ di nuovo campionato dopo le false partenze di due weekend fa. Quando ormai molti ultrà di Italia perseguitavano la polizia ovunque si accasasse. Era una notte ancora più oscura di quella che sembrava, ma fortunatamente ci siamo alzati in piedi e siamo ripartiti come al solito a testa alta.

Senza indugi, pronti a ricostruire un futuro che forse non sarà roseo dopo i morti che ci sono stati inutilmente e per quella gente che, invece di divertirsi attraverso il calcio o altro, gioca con la vita degli altri.

Come al solito questo ennesimo weekend sportivo lo aprirà la serie B, che all’inizio dovrà far dimenticare i fatti brutti di due settimane fa. In questa quindicesima giornata di B spiccano soprattutto gli scontri diretti al vertice come quello tra Bologna e Albinoleffe, nel quale i felsinei cercano l’ennesima vittoria per avvicinarsi man mano a quell’agognato primo posto, ma l’Albinoleffe è squadra altrettanto avvincente in quanto si trova al primo posto avendo vinto quasi tutte le partite importanti, come contro il Brescia e il Chievo.

L’altro scontro al vertice è Chievo-Pisa dove i veronesi devono stare sempre con gli occhi aperti, perchè ormai il Pisa è diventato sempre più un autentico outsider, non solo perchè vince fuori casa, ma anche perchè stanno nascendo grandi realtà in questa squadra, come l’ex romanista Cerci e due stranieri come Kutuzov e Castillo.

Il Brescia di Serse Cosmi, invece, sarà di scena a Treviso, nettamente in crescita nelle ultime giornate, ma il Brescia ha bisogno necessariamente di una vittoria scaccia crisi siccome non vince più da quel 4-1 rifilato alla Triestina. Questa sarà impegnata nello spareggio salvezza con il Cesena, ma prima nel centro classifica ci sono gli incontri tra Ascoli-Mantova e Frosinone-Grosseto, mentre il Lecce vuole sempre più fortificare la zona playoff magari battendo il Ravenna che cerca punti per rimanere fuori dal discorso retrocessione e poi anche il Modena cercherà l’ingresso nei play off conquistando i 3 punti con il Bari.

Ritornando alla zona salvezza c’è un altro spareggio importante che è Avellino-Spezia in cui i campani non possono sbagliare se vogliono risalire la china, mentre lo Spezia vuole stare fuori come il Ravenna dalla zona retrocessione. Chiudono il programma Rimini-Vicenza e Piacenza-Messina.

Sempre di sabato, dopo i festeggiamenti della qualificazione a Euro 2008 e al primato del girone, l’Italia di serie A guarda al campionato e alla sua tredicesima giornata. La  capolista Inter dovrebbe, tranne clamorosi suicidi, rimanere sempre in testa alla classifica e a San Siro questa giornata c’è l’Atalanta.

Mancini recupera almeno per un quarto d’ora di gioco Materazzi, che ritorna dopo il brutto infortunio, ma non ci saranno ancora Stankovic e Viera, che sono ancora infortunati.

Prima però c’è Genoa-Roma (h18), dove Spalletti dovrà fare a meno di Totti che si è infortunato di nuovo in allenamento, e poi perde anche Perrotta sempre per infortunio, ma la Roma potrebbe assolutamente vincere al Marassi, anche se il nemico numero 1 da marcare è Borriello, che ritorna dopo la squalifica.

La giornata di domenica propone anche un Cagliari-Milan, dove potrebbe esordire Ronaldo e riposare Kaka dopo la 3 giorni di nazionale. Al fianco di Rony giocherà anche Pippo Inzaghi.

Poi Lazio-Parma, dove i romani hanno bisogno di una vittoria scacciacrisi per prendere un pò di fiato, anche se le assenze e gli infortuni pullulano. La giornata propone un  Napoli-Catania che ritorna dopo quasi 20 anni e anche qui il Napoli è chiamato a vincere per non avere di nuovo le critiche addosso. A centrocampo torna Blasi e in attacco c’è sempre il tandem Lavezzi-Zalayeta.

Chiudono la giornata  Empoli-Torino, Reggina-Fiorentina, dove Ulivieri spera in un’altra vittoria, e Udinese-Siena, con i fruliani che in caso di vittoria sperano in un posto in Champions.

Infine il posticipo tra Juventus e Palermo delle 20:30 che darà agli spettatori molto spettacolo perchè chiunque gioca contro la Juventus ha la voglia di batterla, come vuole fare Amauri che ritorna dopo la squalifica che gli ha fatto perdere l’incontro con il Napoli. Nella Juve a centrocampo ci sarà il tandem Tiago-Nedved, mentre in attacco sempre la coppia di partenza  Del Piero e Trezeguet, che ha sempre più voglia di diventare il capocannoniere.

Forse siamo solo a Novembre, però in questa tornata di partite che arriva fino al 23 Dicembre tutti si giocano la propria stagione e l’unica parola che serve è vincere per trascorrere una seconda parte della stagione un pò più tranquilli.




Articolo scritto da: Marco Stiletti
Pubblicato il: 24 novembre 2007
Categoria: Serie A, Serie B

Lascia un commento