Quando a comandare sono gli Ultras

Che fine farà il calcio italiano se continueranno a comandare gli ultrà?

La scintilla che ha scatenato gli ultras è stata la morte del giovane tifoso laziale Gabriele Sandri in un autogrill di Badia al Pino, vicino ad Arezzo, per mano di un poliziotto. Si è parlato di “tragico errore”, fatto sta che un ragazzo che dormiva in auto ora non c’è più! Per gli amici era Gabbo, DJ del Piper. Tifoso laziale. Morto senza motivo solo per seguire la sua squadra in trasferta.

E si è riscatenata la violenza e l’odio contro le forze di polizia da parte degli ultras. Gli ultrà infatti non hanno accettato che si sia disputata ugualmente la giornata di serie A, ricordando come per la morte di Raciti, il campionato fosse stato sospeso.

Sono apparsi striscioni a come “La morte è uguale per tutti” (Stadio Tardini di Parma) e si sono susseguiti cori contro la polizia, i carabinieri e le forze dell’ordine in tutti gli stadi. Si sono poi lette sui muri delle città italiane frasi orribili, come “10, 100, 1000 Raciti” e A.C.A.B., acronimo inglese di All Cops Are Bastards.

A Bergamo poi gli ultras dell’Atalanta, che non volevano che la partita contro il Milan si giocasse, hanno iniziato a distruggere le barriere antisfondamento con dei tombini, fino a quando, dopo aver parlato anche con i giocatori, sono riusciti nel loro intento e la partita è stata sospesa. E ora il presidente Ruggeri minaccia di chiudere la curva del Fratelli d’Italia.

Addirittura gli ultras arrestati nella sera di domenica a Roma per gli incidenti scoppiati dopo la morte del giocane tifoso laziale sono stati arrestati per reato di terrorismo!

Un precedente illustre, che dimostra quanto siano “potenti” gli ultrà, l’avevamo già avuto il 21 marzo 2004, quando il derby di Roma non si disputò a causa della presunta morte di un sostenitore della Roma, falsa notizia diffusa dagli ultras.

Intanto domenica si fermeranno i campionati di Serie B e Serie C e la nazionale scenderà in campo sabato con il lutto al braccio, ma a cosa servirà questo provvedimento?

Dove andremo a finire se gli ultras continueranno a farla da padroni? Il calcio deve tornare ad essere un divertimento e non un business!




Articolo scritto da: ErrePi
Pubblicato il: 13 novembre 2007
Categoria: Calcio News

Lascia un commento