E vissero tutti felici e contenti!

Le favole, sia quelle dei fratelli Grimm che quelle degli altri cantastorie, finiscono sempre a lieto fine e nulla le può distruggere, se non un cattivo, nel percorso del racconto. Il nostro cattivo, vale a dire della nazionale, è stata la Scozia che, fortunatamente, con l’intervento di un terzo è stata sconfitta.

Infatti sono bastati due goal da parte della Georgia per battere una presuntuosa Scozia che sognava la sesta vittoria di fila. L’Italia, quindi può sorridere anche se la pratica andrà archiviata direttamente il 17 novembre a Glasgow, dove possiamo anche pareggiare per andare in Svizzera e Austria.

In Scozia non sarà facile perchè lì il pubblico ruggisce e stordisce, un inferno infuocato assordante dove dobbiamo stare attenti a non scottarci perchè se no sarà la fine. Insomma c’è grande felicità nel nostro paese dopo la sconfitta scozzese, ma occhio a non perdere per far si che il sogno Europeo non sparisca.

Con questa gioia si apre un grande weekend sportivo e con la speranza di poter avere il 17 novembre un lieto fine come nelle favole. Il weekend inizia con la serie B che alle ore 16 vede il suo big match Lecce-Brescia in cui i pugliesi, sul loro campo, si sono dimostrato finora sempre ammazzagrandi, anche se il Brescia di Cosmi vuole mantenere la sua imbattibilità e quindi allo stadio Via del Mare vedremo un grande match.

Il Chievo e il Bologna provano ad approfittare dello scontro diretto tra Lecce e Brescia per continuare a vincere e risalire ulteriormente la china. L’Albinoleffe e il Mantova provano ad uscire da un periodo di crisi contro Avellino e Grosseto. I mantovani provano in questo sabato ad essere più contigui in casa dopo la vittoria con il Modena e cercheranno di approfittare del riposo della settimana scorsa per vincere prima dell’insidiosa trasferta del Brescia della settimana prossima.

Un’altra sorpresa, oltre al Pisa di Ventura che giocherà contro il Piacenza per mantenere il momentaneo primato, è il Frosinone, che è partito bene anche quest’anno e ora si trova a ridosso della zona play off. Non male per una squadra che lotta per la salvezza e che andrà a Trieste per continuare la sua striscia di risultati utili consecutivi.

Un altro match focoso è quello tra Messina e Ascoli, entrambe ancora in attesa di decollo perchè non sono continue come le altre. Infine la giornata si conclude con gli incontri Vicenza-Modena, Spezia-Rimini e Cesena-Bari.

Sempre sabato ci saranno gli anticipi dell’ottava giornata di serie A. Si inizia alle 18 con un gran match tra Roma e Napoli. Qui c’è stata sempre una grande rivalità sia tra le due squadre sia tra le tifoserie. Purtroppo allo stadio ci sarà solo quella della Roma e pochissimi napoletani, che sono sempre più arrabbiati in quanto credono che la squadra possa risentire di tutto ciò e andare male per tutto il campionato. All’Olimpico di Roma il Napoli dovrà giocare d’attacco e soprattutto come negli ultimi minuti contro l’Inter e Reja probabilmente farà giocare più Sosa che Zalayeta in attesa che il periodo buio finisca.

In serata l’Inter cercherà di espugnare il Granillo e di portare a casa altri punti importanti, prolungando la striscia di vittorie. Mancini dovrà valutare tutti i nazionali che sono rientrati e poi non è indiscusso un posto di nuovo da titolare per Materazzi che ritornerebbe dopo l’infortunio in Ungheria.

Sempre di sabato sera assisteremo alla finale del mondiale di rugby dove Sud Africa e Inghilterra si sfideranno fino all’ultimo colpo. Durante il torneo gli africani già hanno battuto gli inglesi e questo darà ulteriormente degli stimoli ai perdenti della scorsa volta. Match da seguire su Sky Sport 2 e Sky Hd1. Stasera ci sarà la sfida per il terzo e quarto posto tra Francia e Argentina. La Francia vuole chiudere bene questo mondiale prendendosi la rivincita proprio con i Pumas che già hanno battuto la Francia sempre in questo torneo.

La domenica, poi, sarà piena di eventi. La mattina ci sarà il Gp della Malaysia per quanto riguarda il Motomondiale. Nella Moto Gp tutto è deciso. Si attende solo di sapere se Valentino otterrà un altro record negativo, e cioè quello del terzo posto in carriera. Meglio seguire le altre due classi, dove il discorso è ancora aperto, soprattutto nella 125, dove Faubel e Talmacsi stanno dando vita ad un grande duello che li coinvolgerà, rispetto a Jorge Lorenzo della 250, fino all’ultimo appuntamento di Valencia.

Alle 15 poi assisteremo al resto delle partite di serie A con  Fiorentina-Siena, in cui i senesi sognano un primo successo dei loro beniamini in terra fiorentina e provano ad accumulare altri punti per togliersi dalla zona salvezza. Dall’altro canto la Fiorentina vuole mantenere l’imbattibilità in casa dopo il pareggio con la Juve di due settimane fa. La giornata propone anche il Milan impegnato in casa con l’Empoli, dove Ancelotti vuole continuare ad uscire dalla crisi e prova a dare fiducia alla squadra e soprattutto a Giardino, che contro la Lazio e la Nazionale ha fatto una buona prova.

Poi ci sarà anche il derby politico tra Livorno e Lazio dove spero non ci saranno scontri poco piacevoli tra le tifoserie e con tutte le due squadre in cerca della vittoria schiacciacrisi. La giornata poi finirà con  Cagliari-Catania, Atalanta-Torino e Sampdoria-Parma.

Dopo la giornata di serie A ci sarà l’ultimo Gran Premio di questa stagione della Formula 1 e cioè quello di San Paolo in cui si deciderà il titolo di campione del mondo piloti. La classifica dà ancora speranza al ferrarista Raikkonen, che deve assolutamente vincere il Gran Premio e sperare in una debacle di Luis Hamilton per poter ottenere il titolo iridato. Anche qui in Brasile ci sarà un grande spettacolo e tutto si potrà seguire su Sky Sport 2 e 16:9.

Infine il weekend di sport lo chiuderà la Juve, che incontrerà il  Genoa in casa e già con il risultato noto dell’Inter, ma sempre con la convinzione di vincere e inseguire i nerazzurri per non farli scappare e per non perdere il secondo posto. Ranieri ha provato in questi giorni di riposo a caricare la squadra e sicuramente metterà quei giocatori che non hanno subito infortuni durante il turno di qualificazione con le loro rispettive nazionali.

Beh! Tutto può finire a lieto fine, ma attenti al lupo chiamato Champions e turn over!




Articolo scritto da: Marco Stiletti
Pubblicato il: 19 ottobre 2007
Categoria: Serie A

Lascia un commento